Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Il Covid nelle Marche, incidenza in deciso calo: lieve crescita nei reparti intensivi

Segna un deciso calo l'incidenza dei casi Covid nelle Marche, mentre nei reparti intensivi c'è una lieve crescita. In calo in area medica

ANCONA – Incidenza in decisa discesa nelle Marche, dove si registra però un incremento sul fronte dell’occupazione ospedaliera dei malati Covid nei reparti intensivi.

Rispetto alla settimana scorsa, l’incidenza dei casi positivi al Sars-Cov-2 è in calo e passa da 1.008,44 a 718,48 casi su 100mila abitanti, un calo rilevante rispetto alle settimane precedenti.

Sul fronte dell’incidenza, le Marche (775) insieme a Abruzzo (931) e Veneto (747) sono le tre regioni con l’incidenza dei casi di Covid ogni 100 mila abitanti più alta nel paese: il valore medio nazionale è 533.

In crescita, seppur lieve, la percentuale di posti letto occupati da parte dei malati Covid nei reparti di terapia intensiva dove si passa dall’1 al 3% (la stessa percentuale di un anno fa quando era al 3%), un dato più basso rispetto a quello medio nazionale che si attesta al 4% (stabile rispetto alla settimana scorsa).

Trend opposto invece in area medica dove la percentuale di saturazione dei pazienti Covid è in lieve discesa e passa dal 21 al 20% (dato identico a quello di un anno fa quando era al 3%), più elevato rispetto a quello medio nazionale che si ferma al 15% (in calo rispetto alla settimana scorsa).