Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Coronavirus, 2,3 milioni alle Marche per la didattica a distanza

Lo stanziamento del Ministero dell’Istruzione andrà in piattaforme digitali, connettività e dispositivi, oltre che in formazione del personale scolastico. Coltorti: «Consentirà ai tanti studenti marchigiani di non rimanere indietro»

ANCONA – Ammontano a oltre 2,3 i milioni di euro le risorse destinate alle Marche per la didattica a distanza. Obiettivo dello stanziamento del Ministero dell’Istruzione, quello di potenziare le lezioni a distanza in seguito alla chiusura delle scuole resa necessaria per contrastare la diffusione dell’epidemia di Coronavirus.
Alle piattaforme digitali vanno  272.177,13 euro, per connettività e dispositivi digitali 1.901.667,53 euro,  mentre alla formazione del personale scolastico sono stati destinati 136.088,65 euro. Il problema di alcune famiglie è infatti quello di non avere a disposizione pc, o tablet per i figli, o una connessione di rete efficace per poter seguire video lezioni.

«Un risultato importante – commenta il senatore Mauro Coltorti, presidente della Commissione Infrastrutture e Trasporti – che consentirà ai tanti studenti marchigiani di non rimanere indietro in questa delicatissima fase di emergenza. Un modo per rispondere alle tante esigenze di quanti non possono disporre di connessioni o dispositivi digitali».

Ma è anche l’occasione per modernizzare il mondo scolastico dopo anni di immobilismo, rendendolo più al passo con i tempi e accessibile.