Associazione a delinquere, sgominata banda rom. Quattro arresti e otto indagati

L'operazione San Lazzaro, condotta al quartiere piano nelle prime ore di questa mattina (14 maggio) è stata compiuta dalla Squadra Mobile in collaborazione con tutte le articolazioni della polizia, è stata coordinata dalla Procura della Repubblica di Ancona. I due criminali sono stati trasferiti nel carcere di Pesaro e Montacuto. Tra le accuse associazione per delinquere per diversi reati

ANCONA – Quattro persone arrestate per associazione per delinquere. È il bilancio dell’operazione “San Lazzaro” compiuta nelle prime ore di questa mattina, 14 maggio, dagli uomini della Squadra Mobile di Ancona, guidati da Carlo Pinto, in collaborazione con tutte le articolazioni della polizia, tra le quali Volanti e Scientifica. Gli agenti della Sezione Criminalità Organizzata, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, hanno eseguito quattro custodie cautelari tra le quali quattro arresti e 12 perquisizioni nei confronti di un’associazione criminale composto da una famiglia di etnia rom di origini abruzzesi e nei confronti di altri soggetti indagati a vario titolo.

Il nucleo familiare, costituito da madre A.D. e padre A.S., entrambi 50enni e due figli G.S. di 26 anni e G.S di 22 anni, risiedeva a Piazza D’Armi, al quartiere Piano San Lazzaro. I due genitori, sono stati trasferiti rispettivamente nel carcere di Pesaro la madre e a Montacuto il padre, mentre i figli si trovano agli arresti domiciliari.

Le persone arrestate dovranno rispondere dell’accusa di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di più delitti riguardanti la sfera patrimoniale fra i quali estorsioni e circonvenzione di incapaci finalizzata alla truffa, delitti contro la persona come le lesioni personali gravi ed aggravate, lesioni come conseguenza di altro delitto, delitti contro la fede pubblica come la sostituzione di persona e reati in materia di spaccio di stupefacenti. 

L’ordinanza è stata firmata dal Gip.