Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Alla Fondazione Carisj si parla di terremoto e ricostruzione

A palazzo Bisaccioni a Jesi si illustrerà il progetto per la costruzione di una scuola a Pieve Torina, curato dall'associazione di imprenditori dell'Accademia della Tacchinella

Marco Candela e Mauro Tarantino che illustrano il programma degli appuntamenti per la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi
Marco Candela (sx) e Mauro Tarantino illustrano il programma degli appuntamenti per la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi

JESI – Palazzo Bisaccioni ospita un nuovo e attualissimo incontro alla Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi dal titolo “Terremoto: dal soccorso alla ricostruzione, per una ripresa dei territori“.

Carisj su TerremotoL’appuntamento è per giovedì 16 novembre alle ore 18, nella Sala Convegni di Palazzo Bisaccioni in Piazza Colocci. Per l’occasione interverranno Roberto Oreficini, dell’area Sicurezza e Protezione Civile Anci, l’ingegnere Cesare Spuri direttore dell’Ufficio Ricostruzione Marche e l’architetto Nazzareno Petrini che illustrerà il progetto Succisa Virescit di Pieve Torina.

Il progetto è stato pensato e promosso dall’associazione di imprenditori “Accademia della Tacchinella“, come segno di vicinanza alle comunità marchigiane colpite dal terremoto e per dare loro un sostegno autentico e concreto. Il nome viene dallo stemma dell’Abbazia di Montecassino: il monastero benedettino quattro volte distrutto e ricostruito, e ormai considerato simbolo di rinascita.

Il progetto prende forma a Pieve Torina che, con il 93% di edifici inagibili è un po’ il simbolo dei piccoli comuni marchigiani messi a dura prova dal terremoto. Si è deciso di concentrare tutte le risorse di ‘Succisa Virescit’ nella costruzione di una nuova struttura che possa ospitare le scuole primarie e secondarie di primo grado di Pieve Torina, che è sede dell’Istituto Comprensivo di cui fanno parte anche le scuole di Visso, Pievebovigliana e Muccia. In concreto si tratta di un immobile antisismico realizzato totalmente con materiali ecologici: l’Accademia della Tacchinella non solo provvederà tramite raccolta fondi alla costruzione del plesso, che prosegue spedita, ma garantirà la trasparenza dell’operazione seguendone tutte le fasi in sinergia con il sindaco di Pieve Torina Alessandro Gentilucci.

Il progetto cui hanno garantito il loro sostegno anche il Comune di Senigallia e il Comune di Corinaldo, può già contare sulle donazioni devolute da numerose aziende e privati. Inoltre sono già in programma alcune manifestazioni per la raccolta di fondi da destinare all’iniziativa (Associazione Centro di Solidarietà Marche Sud Onlus. causale: Una scuola per Pieve Torina bonifico all’iban: IT36L0335901600100000076164). Il primo evento in programma, organizzato dall’azienda BoxMarche, Bcc di Corinaldo, Bucci autolinee, Dmpconcept ed Ethica creazioni, con il patrocinio del Comune di Corinaldo, è l’opera ‘Il Barbiere di Siviglia’ che sarà messa in scena al teatro Goldoni di Corinaldo venerdì 16 dicembre alle 21.15, il cui ricavato sarà interamente devoluto a favore della costruzione della nuova scuola di Pieve Torina.