Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Agenti impegnati nei controlli, stop agli autovelox: Pignataro firma l’ordinanza

La decisione è stata presa dal questore in sinergia con la prefettura in considerazione dell'organico delle polizie locali, non sempre sufficiente all'espletamento dei numerosi servizi ai quali sono chiamati a far fronte

Il questore di Macerata Antonio Pignataro

MACERATA – Stop agli autovelox: scatta l’ordinanza del questore Antonio Pignataro. La questura di Macerata, insieme alle altre forze dell’ordine e alle Polizie locali dei vari comuni della province, sta mettendo in campo il massimo sforzo possibile in termini di impegno di uomini e di mezzi per vigilare sull’osservanza, da parte dei cittadini, delle norme contenute nei decreti governativi. L’obiettivo è quello di contenere l’emergenza epidemiologica e sanzionare penalmente, nel caso si presentassero i casi, gli irresponsabili che circolano senza una motivazione come stabilito dal Decreto ministeriale.

Il questore di Macerata Antonio Pignataro, al fine di rendere più incisiva l’azione sul territorio, in perfetta sinergia con il prefetto Iolanda Rolli, ha inteso rimodulare le competenze territoriali e le funzioni svolte con un particolare riguardo a quella delle Polizie locali le quali dovranno concentrare il loro sforzo sui servizi di pattugliamento nelle aree urbane di propria competenza con l’obiettivo di verificare l’eventuale inosservanza delle disposizioni impartite dal Governo.

Considerando l’organico delle Polizie locali, non sempre sufficiente all’espletamento dei numerosi servizi ai quali sono chiamate a far fronte, il questore Pignataro ha disposto la sospensione temporanea dei servizi di controllo di rilevamento della velocità, i cosiddetti autovelox, sulle strade statali. Il servizio, dato che impegna un numero rilevante di operatori e dato che al momento non è ritenuto di primaria importanza, verrà sospeso fino a data da destinarsi.

La Polizia locale potrà così contribuire in modo efficace alle verifiche del rispetto delle norme in materia di contenimento di Coronavirus. Anche i militari dell’Esercito Italiano saranno impegnati per salvaguardare la salute dei cittadini.