Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

A Sassoferrato musica e solidarietà per i terremotati

Domenica 22 gennaio all'interno del palasport cittadino, una kermesse organizzata dal Rotary club Altavallesina-Grottefrasassi

Veduta del borgo di Sassoferrato

SASSOFERRATO – Una kermesse musicale per dare voce alla solidarietà. Il Palasport comunale di Sassoferrato ospiterà, domenica 22 gennaio con inizio alle 15:30, un concerto di beneficenza il cui ricavato sarà devoluto a favore delle popolazioni del centro Italia colpite dal recente terremoto. L’iniziativa, dal titolo “Il rumore della solidarietà”, è stata promossa dal Rotary Club Altavallesina-Grottefrasassi con la collaborazione dei Comuni di Sassoferrato, Genga, Arcevia e Serra San Quirico.

Tanta musica, dunque, per un intero pomeriggio, nel corso del quale, all’interno dell’impianto sportivo di via Rulliano, si alterneranno alcuni gruppi musicali di eccellente valore. Si inizia, come detto, alle 15:30 con la presentazione dell’evento, poi, a seguire, l’esibizione dei ragazzi dell’Accademia musicale “Astralmusic”. Quindi, alle 16:30, sarà la volta degli “Swhom” che proporranno una panoramica anacronistica della storia del rock, dagli anni ‘70 ai giorni nostri.

Il programma della manifestazione proseguirà poi con l’esibizione del gruppo “Gli amici dello zio Pecos” i quali presenteranno una nutrita serie di brani che vanno dal pop al rock’n roll, dal country allo swing, dalla musica leggera a quella classica. La manifestazione sarà condotta dalla giornalista Lara Gentilucci.

Dunque, musica per tutti i gusti per un pomeriggio da passare in allegria e in amicizia, sotto il segno della solidarietà. Il biglietto d’ingresso è di 10 euro (più eventuale offerta libera). Al pubblico presente sarà offerto un buffet. «Il nostro auspicio – spiega al riguardo il presidente del Rotary Club Altavallesina-Grottefrasassi, Dennis Luigi Censi – è che la cittadinanza aderisca in maniera massiccia a questo evento, il cui intero ricavato sarà consegnato direttamente a persone o aziende colpite dal sisma. Il rendiconto degli incassi – aggiunge Censi – verrà pubblicato sul sito del Rotary, nella rivista dell’associazione e sui social. Desideriamo ringraziare i gruppi musicali perché si esibiranno gratuitamente, così come i loro tecnici e i fornitori i quali metteranno a disposizione, a titolo gratuito, materiali e attrezzature».