Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

A Corinaldo arriva “Sementi Festival”

Prima edizione dell'iniziativa. Si parte venerdì 12 maggio con: “Alimentiamo la salute”: un dibattito, in una regione contadina per eccellenza come le Marche, tra il dottor Franco Berrino e Bruno Sebastianelli, Presidente e socio fondatore de “La Terra e il Cielo”

Sementi

CORINALDO – “Sementi Festival” debutta il 12 e 13 maggio a Corinaldo. Due giorni di appuntamenti fra le colline in compagnia di conferenze, tavole rotonde, yoga, mostre, concerti, laboratori per bambini e spettacoli di danza itineranti, il tutto accompagnato da cibo rigorosamente biologico, per nutrire anima e corpo.

«”Sementi Festival” si propone come una novità assoluta nel panorama nazionale – spiega Matteo Principi, sindaco di Corinaldo – già dal nome, è un’iniziativa rivolta ai giovani, ma anche universale ed estendibile a più campi, che mi auguro possa attecchire, se debitamente coltivata, per poi raccogliere benessere, vivo e reale, attraverso la cultura, e l’alimentazione. Fondamentale in questo senso è stata l’adesione del dottor Berrino e dell’Associazione La Grande Via, da anni portavoce della prevenzione delle malattie attraverso un corretto stile di vita»

Il Festival è organizzato dal Comune di Corinaldo, con il sostegno di “La Grande Via” – istituita da Franco Berrino, Luigi Fontana ed Enrica Bortolazzi, allo scopo di promuovere la prevenzione delle malattie e la longevità in salute; la cooperativa agricola biologica marchigiana “La Terra e il Cielo”, tra le prime e più durature esperienze biologiche nel panorama italiano e internazionale; l’Ashram Joytinat Yoga Ayurveda, realtà fondata nel 2003 a Corinaldo dal maestro indiano Joythimayananda, che costituisce uno dei più importanti centri per la diffusione dello Yoga e delll’Ayurveda in Italia.

Berrino, che nella sua attività quarantennale di ricerca e prevenzione ha promosso l’aumento della consapevolezza dei pazienti affetti da tumore con informazioni su prevenzione e cura attraverso una corretta e sana alimentazione, ha assicurato la sua presenzza insieme a quella di Jacopo Fo, fondatore di Alcatraz, in Umbria, scrittore, attore, regista e attivista, uno dei pionieri nell’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili in Italia.

Il medico epidemiologo di fama internazionale, per l’occasione ha elaborato una serie di menù in collaborazione con Swami Joythimayananda che dal 1972 è insegnante di Yoga, meditazione e massaggio secondo la visione olistica Ayurvedica di cura della salute del corpo e dello spirito.

Si parte venerdì 12 maggio alle ore 18 con: “Alimentiamo la salute”: un dibattito, in una regione contadina per eccellenza come le Marche, tra Franco Berrino è stato direttore del dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, mentre Bruno Sebastianelli è il presidente e socio fondatore de “La Terra e il Cielo”che ha adottato un approccio più sostenibile alla coltivazione fin dal 1980, quando ancora imperava l’agricoltura convenzionale e il biologico rappresentava un settore di nicchia praticamente sconosciuto. Il dialogo avrà come filo conduttore l’alimentazione biologica: «Dal corretto modo di coltivare il cibo, al corretto modo di consumarlo».

Quale alimaentazione seguire per mantenersi in salute e vivere più a lungo? Come selezionare i prodotti che il mercato ci propone? Di questo e tanto altro si parlerà nell’ambito di tutta la prima edizione del Festival in programma nel “Borgo più bello d’Italia”.

Le vie e le piazze medioevali di Corinaldo per due giorni diventeranno il palcoscenico di tanti eventi per coniugare il contesto agricolo nel quale è immerso il borgo, la salute, la cultura, la qualità della vita e il rispetto per l’ambiente.

Dalle ore 20 del 12 maggio prende il via “Bio per una notte”: una non-stop notturna nella quale l’intero paese e gli esercizi commerciali adotteranno uno stile di vita sano e consapevole. Una notte dedicata al biologico per le vie del centro storico con la possibilità di conoscere e incontrare i produttori del biologico della zona, di acquistare e scambiare semi antichi e rari o di specie poco diffuse, ricevere massaggi ayurvedici, e trovare tanto artigianato locale e curiosità.

Alle ore 21.30, avrà luogo lo spettacolo di danza integrato nel contesto architettonico medioevale di Corinaldo con i ballerini della G.D.O. Esperimenti Dance Company. La compagnia è un’eccellenza italiana “under 35”, presente all’estero con numerose performance in Brasile, Stati Uniti, Russia e ancora in Thailandia, Giordania e Palestina.

Domenica 13 maggio la giornata potrà iniziare molto presto, con la pratica dello yoga già a partire dalle 7.30 in piazza il Terreno, con insegnanti provenienti dalla Scuola Joytinat.

Alle ore 10 avrà poi luogo, presso il Palazzo Comunale di Corinaldo, una tavola rotonda dal titolo “Diffusione di cibi biologici nelle istituzioni pubbliche”. Il dottor Berrino si confronterà con associazioni, produttori e istituzioni, oltre che scuole, per comprendere il valore del cibo di qualità nella prevenzione delle malattie neoplastiche e cronico degenerative e l’importanza della sua distribuzione e diffusione nelle strutture pubbliche.

Alle ore 16.30 verranno piantati gli alberi per i nuovi nati nel 2016 e 2017, mentre gli istruttori dell’Ashram Joytinat racconteranno storie per bambini attraverso le posizioni yoga; una gustosa merenda biologica placherà gli appetiti.

Alle 18 avrà luogo l’evento con Jacopo Fo, in un appuntamento teso a coinvolgere il pubblico in modo diretto: sarà uno stimolo ad innescare un cambiamento concreto e una presa di coscienza reale nel quotidiano.

A partire dalle ore 20.00 di sabato 13 torna “Bio per una notte”, mentre alle ore 21.30 si chiude il sipario del Festival Sementi con un concerto di musica jazz.

Gli appuntamenti in programma, sono tutti gratuiti.
Sementi Festival gode del Patrocinio della Regione Marche e del Comune di Corinaldo