A Castelfidardo esplode la primavera

Due grandi contenitori di eventi sono in programma a Castelfidardo per accogliere la primavera, tutti alla prima edizione: si parte con “Merca[s]tello” tutti i mercoledì e domenica al via la "Festa di primavera"

CASTELFIDARDO – Idee, energie, fermento: è una stagione particolarmente esuberante quella che fiorisce a Castelfidardo. Due le iniziative inedite che l’Amministrazione Comunale è in procinto di lanciare in collaborazione con la Pro loco: dal 5 aprile, tutti i mercoledì fino al mese di giugno compreso, ecco “Merca[s]tello”, il mercatino di prodotti locali con speciale attenzione all’eco e al solidale, mentre domenica 9 aprile irrompe nel centro storico la “Festa di primavera”, un contenitore di animazione, musica, artigianato e laboratori per grandi e piccini.

«Ci colleghiamo all’esplosione della natura per dare uno slancio nuovo, valorizzare il centro storico, spingere la gente a uscire e a riappropriarsi anche nella quotidianità, aldilà degli eventi classici, di un luogo di aggregazione per antonomasia qual è la piazza», spiega l’assessore alla Cultura Ruben Cittadini.

“Merca[s]tello” si propone come il mercatino a chilometro zero “utile”, nel senso che richiama eccellenze del territorio marchigiano (frutta, ortaggi e verdure, legumi, cerali e farine, miele e confetture, olio, vino, birra) prodotte in maniera naturale per stimolare un diverso stile di vita, un modo più consapevole di mangiare e fare la spesa, in controtendenza con le grandi catene di distribuzione che impongono i loro prezzi e sistemi. Un circuito virtuoso in collaborazione con il mercatino degli Archi di Ancona, quello di Recanati e il Gas di Castelfidardo, in sinergia con le attività del centro. Ogni mercoledì, dalle 16 alle 20, i produttori troveranno dunque collocazione in appositi gazebo collocati lungo il lato della chiesa Collegiata, facendo scorrere il traffico a una sola direzione davanti al palazzo comunale.

Domenica 9 l’arrivo della nuova stagione sarà poi celebrato con la “Festa di primavera” che dalle 10 alle 20 renderà il centro storico un’oasi in cui passeggiare liberamente apprezzando la mostra mercato dell’artigianato, tipicità e garden, divertirsi con i laboratori per bambini di “E-movere” e Fondazione Ferretti, le danze popolari dal mondo, le improvvisazioni teatrali de “I Gira…Soli”, i giochi per bambini, la musica del complesso filarmonico e quella estemporanea nei #SoundArtCorners.