Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Tragedia sul lavoro a Montefortino: operaio di Monsampolo muore in un cantiere edile

L'incidente è avvenuto in un cantiere edile privato. Inutili i soccorsi. L'operaio deceduto non era sposato

ASCOLI – Tragedia del lavoro ieri sera sui Monti Sibillini. Un operaio di 56 anni è morto in un cantiere edile di Montefortino ( Fermo), in località Cese. Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo sarebbe precipitato a terra da alcuni metri dopo essere salito su una scala appoggiata ad una parete.

Sul posto sono arrivati presto le ambulanze del 118 e della Croce Rossa dei Sibillini. È stato allertato anche l’elicottero per l’eventuale trasferimento al Torrette di Ancona. Ma per Luigi Fares, originario di Monsampolo, nella vallata del Tronto non c’era ormai più nulla da fare. Nonostante i tentativi di rianimazione, l’operaio è deceduto prima che si riuscisse a trasportarlo in ospedale.

Indagini dei carabinieri di Amandola

Sul tragico episodio, ancora una volta accaduto in un cantiere edile privato, indagano i carabinieri di Amandola. Non è chiaro al momento se la magistratura avvierà un’inchiesta sulla vicenda, per accertare eventuali responsabilità e verificare se tutte le norme di sicurezza fossero state rispettate nell’area interessata dai lavori.

L’operaio non era sposato

Luigi Fares non era spostato e da 30 anni era dipendente della stessa ditta di costruzioni. Molto conosciuto a Monsampolo del Tronto, la notizia della sua improvvisa morte si è subito diffusa in paese lasciando sgomenti parenti, amici e cittadinanza tutta.