Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Tragedia ad Offida, esplode il decespugliatore: muore un 63enne

La vittima dell'incidente è stata investita da una fiammata mentre lavorava in campagna. Era residente a Monsampolo del Tronto

ASCOLI PICENO – Tragedia ieri notte ad Offida, nell’entroterra ascolano. Un uomo di 63 anni, E. C., è morto a causa dell’esplosione di un decespugliatore con cui stava lavorando. A quanto si apprende la vittima dell’incidente è stata investita in pieno dalla fiammata prodotta dall’attrezzo agricolo, rimanendo gravemente ustionato. Pochi minuti dopo, senza aver potuto chiamare i soccorsi, il 63enne è deceduto. Sul posto, in località Cava, si sono recati anche i vigili del fuoco, i quali hanno scoperto il corpo carbonizzato dell’agricoltore.

L’uomo morto nella notte era residente a Monsampolo del Tronto, sempre nel Piceno. La sua tragica e orrenda fine ha sconvolto la tranquilla e laboriosa comunità offidana, molto dedita ai lavori di campagna e all’agricoltura, in particolare alle colture vitivinicole.

Ancora da chiarire le cause della drammatica vicenda. Le modalità dell’esplosione del decespugliatore non hanno dato scampo al 63enne. Indagini in corso da parte dei carabinieri della stazione di Offida.