Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Serie B, l’Ascoli vince la battaglia anche con il Monza. Saric decisivo

Secondo successo consecutivo per i bianconeri di Sottil. Vittoria sudata contro un avversario che ha sprecato molte occasioni da gol. Balotelli ininfluente negli ultimi 20 minuti di gara

ASCOLI – Secondo successo consecutivo in casa per l’Ascoli. Oggi pomeriggio al Del Duca i bianconeri hanno vinto davvero una grande battaglia contro il fortissimo Monza, quarta forza del campionato di serie B. Subendo il gioco dei brianzoli nel primo tempo e nella prima parte della ripresa, ma riuscendo ad essere spesso pericolosi in contropiede. Tanto da segnare il gol della vittoria proprio nel momento in cui la formazione lombarda sembrava sul punto di sbloccare il risultato.

Match molto bello e combattuto già dall’inizio, con il Monza più veloce in avanti grazie al grande lavoro di Frattesi e Ricci. E tranne un tiro alto di Buchel e un azione sfumata di Bidaoui per l’Ascoli, dominava il confronto.

Creando più occasioni e andando due volte vicino al gol. Una proprio con Frattesi – parato il suo sinistro secco da Leali – e poi con Sampirisi, che in area lasciava partire da destra un diagonale che sfiorava il palo. La squadra di Sottil si salvava e reagiva.

Punizione di Kragl potente da 30 metri, deviata in angolo e poi soprattutto sontuosa azione sulla fascia destra di Dionisi. Il centravanti, sempre generoso e grintoso, rubava palla a metà campo e si involava verso la porta avversaria. Entrato in area, vedeva il compagno Bidaoui al centro da solo e gli passava la palla. Ma Bidaoui indugiava e tirava contro il portiere ospite Di Gregorio, che deviava sulla traversa. Poi la difesa brianzola liberava.

Nel secondo tempo aumentava la pressione del Monza, e l’Ascoli tentava di contenere le manovre avversarie. Ricci per i lombardi mandava alto un altro tiro e poi Frattesi, dentro l’area bianconera si vedeva deviare da Leali sulla traversa, un potente fendente.

Poi inatteso, arrivava il gol del vantaggio ascolano. Al 19′ Saric raccoglieva un cross di D’Orazio da sinistra e a due passi dalla porta monzese insaccava in rete.

Poco dopo entrava in campo Balotelli, che però dopo una punizione calciata sulla barriera si faceva subito ammonire dal direttore di gara per un fallo su Saric. Dopo quell’episodio, l’ex centravanti della Nazionale non toccava più un pallone, ben marcato da Brosco.

E l’Ascoli, nonostante la pressione dei lombardi per agguantare il pareggio, teneva bene il campo, facendosi pericoloso ancora in contropiede con Cangiano ( subentrato a Bidaoui). Ultima palla gol per il Monza al 36′ con D’Errico, e poi quasi più nulla. La battaglia finiva dopo cinque minuti di recupero. Risultato conclusivo Ascoli-Monza 1-0.

Per i bianconeri altri 3 punti d’oro, dopo quelli conquistati con il Vicenza, e che portano la formazione di Sottil al totale di 34. Solo 3 punti sotto il Pordenone – oggi sconfitto – che è la prima squadra in graduatoria fuori dalla mischia playout. Ottima prova di tutti i bianconeri scesi in campo al Del Duca. Da Leali a Dionisi, da Saric a Bidaoui, da Caligara ad Avlonitis e Buchel. Meno bene Sabiri, fantasista che non è più decisivo come in passato.

«Devo fare i complimenti ai ragazzi – ha detto l’allenatore bianconero – perché hanno dato veramente tutto, giocando con ordine tattico e con disciplina. Hanno messo impegno per fare ciò che abbiamo provato in allenamento durante la settimana. Nel primo tempo potevamo essere più precisi anche se abbiamo avuto una grande occasione con Bidaoui» ha aggiunto Sottil.

«Avevo paura che quell’episodio potesse rivelarsi penalizzante da un punto di vista mentale, invece abbiamo reagito e siamo venuti fuori giocando con il cuore come piace a me. Saric è un giocatore molto valido e importante per la squadra. Sa bene in cosa stiamo lavorando per migliorare gli inserimenti e oggi è arrivato il gol. Sono contento per lui».