Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Serie B, l’Ascoli si sveglia solo nella ripresa e pareggia con il Pordenone 1-1

La squadra di Sottil subisce lo svantaggio nel primo tempo ma comincia a giocare solo nel secondo. Dionisi migliore in campo, fa segnare Mosti : ma il punto è poco utile ai bianconeri

ASCOLI – Contro il Pordenone l’Ascoli ottiene un pareggio che dopo due sconfitte frena la caduta ma non serve a molto in termini di classifica. Oggi pomeriggio sul campo di Lignano gli uomini di Sottil, in maglia gialla, si sono svegliati solo nella ripresa, dopo aver chiuso il primo tempo in svantaggio per 1-0. Il gol subito dai friuliani è arrivato già all’11’ a seguito di una bella azione in velocità, che ha permesso a Ciurria, al centro dell’area piccola bianconera, di incontrare la palla a due passi dalla porta.

La sua deviazione in rete è stata toccata da Leali ma non respinta e i bianconeri sono subito andati sotto. Debole la reazione dell’Ascoli se si eccettuano i tentativi di Dionisi – migliore in campo per i marchigiani – e Saric. Al 40′ ancora una punizione di Dionisi aggira la barriera ma esce di poco a lato.

Nel secondo tempo entra Baijc per Stoian, e in avanti la manovra ascolana si vivacizza un po’, rendendosi spesso pericolosa per la retroguardia del Pordenone. Squadra, questa, che impedisce ai bianconeri di avanzare, spezzando spesso il gioco a centrocampo con numerosi falli (due sole però le ammonizioni decise dall’arbitro Maggioni di Lecco). Per fortuna di Sottil la pressione dei suoi alla fine dà il risultato sperato.

Il pareggio arriva al 63′ dopo una rapida azione di Dionisi in area neroverde. L’attaccante semina gli avversari e dopo una serie di finte, dalla sinistra lascia partire un tiro secco che attraversa lo specchio della porta e viene deviato in rete da Mosti, appena entrato.

A quel punto l’Ascoli ci crede e cerca di giungere al gol della vittoria, necessaria come il pane per uscire dalla zona bassa della graduatoria, ma l’impegno di Saric e compagni non basta. E il match termina 1-1 , con soddisfazione più dei padroni di casa friulani che dei bianconeri piceni.

Un punto in più in classifica non porta grandi benefici alla squadra ascolana, in virtù anche dei successi odierni di Cosenza e Cremonese. Ora il distacco dal quartultimo posto sale a 4 punti. Nelle ultime tre gare la formazione di Sottil ha raccolto due sconfitte ed un pareggio, arrestando la corsa verso la salvezza. Nella prossima sfida di campionato contro il Pisa, al Del Duca martedi 2 marzo, bisognerà assolutamente vincere per riprendere il cammino.