Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Tra scienza, arte e spiritualità: nel weekend arriva l’Asculum Festival

Tre giorni di incontri ed eventi dal 1 al 3 ottobre nel centro di Ascoli Piceno. Parteciperanno scienziati ma anche sportivi e personaggi dello spettacolo

Ascoli, Piazza del Popolo

ASCOLI- Venerdi 1 ottobre Giorgio Nardone, psicologo e psicoterapeuta di livello internazionale che ha trattato con successo oltre 30 mila casi di pazienti affetti dalle più svariate forme di psicopatologia. Sabato 2 ottobre Giacomo Rizzolatti, scienziato di fama mondiale che ha scoperto i neuroni specchio, e il fisico nucleare Valerio Rossi Albertini. E poi domenica 3 ottobre  manifestazione conclusiva al Teatro Ventidio Basso dal titolo “Il cerchio della vita”, con Martina Colombari, Daniel Lumera, Oscar Di Montigny, Daniela Galliano, Josefa Idem.

Sono alcuni dei personaggi che parteciperanno questo weekend al Asculum Festival, promosso dall’Associazione Asculum e da Life Strategies, organizzazione che si occupa di eventi e seminari sulla crescita interiore e l’auto-consapevolezza. Il tutto grazie al sostegno del Comune di Ascoli Piceno, della Regione Marche e di altri enti ed organismi locali.

Tre giorni di incontri nei palazzi storici

Il Festival sarà un viaggio nei luoghi del vivere attraverso l’incontro tra arte e scienze umane. Tutti gli appuntamenti saranno ospitati dai palazzi più rappresentativi del centro storico, ma vedranno anche iniziative in piazza del Popolo e al Teatro Ventidio Basso, per una tre giorni – dicono i promotori – «di immersione nella cultura che si fa esperienza e bellezza».

Il teatro Ventidio Basso

«In un momento storico come quello che stiamo vivendo- afferma il sindaco Marco Fioravanti -volevamo investire sulla città, facendo della cultura uno strumento di valorizzazione del territorio e delle sue peculiarità, anche in chiave turistica. Volevamo caratterizzare alcuni filoni e farli divenire eccellenza, così da accrescere il potenziale della città candidata a Capitale italiana della cultura nel 2024».

La Regione Marche per il turismo e la cultura

Per l’assessore regionale alla cultura Giorgia Latini l’Asculum Festival è «una rassegna di carattere nazionale per la portata dei temi trattati, come pure per gli autori che porterà ad Ascoli Piceno. La Regione Marche non può che favorire tutto quanto eleva i suoi territori ad un livello più alto di promozione. Personalizzare il turismo – aggiunge la Latini- renderlo possibile tutto l’anno, cucirlo come un abito su misura alle realtà locali è un obiettivo di questa amministrazione. Siamo sempre più consapevoli che cultura e turismo saranno temi portanti dello sviluppo in futuro, per questo li sosterremo con forza, a cominciare da iniziative come questa, dal carattere forte e innovativo».

I temi dell’anima, del corpo e della mente, in una prospettiva di confronto tra spiritualità e scienze bionaturali, saranno al centro di tutte le conferenze, le performance artistiche e le esperienze in programma nella manifestazione.