Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

San Benedetto e il mondo dello spettacolo piangono la scomparsa di Mimmo Del Moro

Lo storico imprenditore sambenedettese, instancabile organizzatore di eventi, è morto a 83 anni. I suoi successi legati alla gestione delle Prefinali del celebre concorso di bellezza

Mimmo Del Moro

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – È morto a San Benedetto a 83 anni Emidio “Mimmo” Del Moro. Instancabile imprenditore e organizzatore di eventi, aveva gestito per anni le selezioni del concorso di Miss Italia nelle Marche e in Abruzzo. Per questo, ma anche per aver collaborato con Gianni Ravera al Festival di Sanremo, era noto e apprezzato in tutta Italia, avendo lavorato anche con artisti come Dalla, Morandi, Benigni, Raffaella Carrà e tanti altri.

La sua scomparsa ha colto quasi di sorpresa il mondo dello spettacolo locale e nazionale, oltre che i suoi tanti amici di San Benedetto e dintorni. Già migliaia di messaggi di affetto e commozione nei suoi confronti sono stati postati sui social network dai suoi concittadini e conoscenti.  

Lo ricorda così Marco Zingaretti, presentatore e conduttore del concorso di bellezza nelle Marche : «Era un persona determinata, un grande coordinatore: aveva una passione enorme e una costanza encomiabile, aspetti che trasmetteva continuamente nel suo lavoro. Con lui si era instaurato un bel rapporto di amicizia, grazie alla condivisione di tanti bei momenti e di successi. È stato un grande maestro, a lui va il mio grazie infinito».

Marco Zingaretti e Mimmo Del Moro (foto gentilmente concessa da Marco Zingaretti)

Patrizia Mirigliani, che dal padre Enzo ha ereditato l’organizzazione di Miss Italia – le cui prefinali per anni si svolte proprio nella città della Riviera delle Palme – ha già espresso le proprie condoglianze alla famiglia di Del Moro.

Lo stesso, appresa la notizia della sua morte, ha fatto il sindaco Pasqualino Piunti : «A nome mio personale e dell’Amministrazione comunale tutta esprimo le condoglianze più sincere per la scomparsa del caro Mimmo, protagonista indiscusso del turismo sambenedettese, imprenditore coraggioso e lungimirante profondamente innamorato della sua città. Insignito nel 2010 del premio Gran Pavese Rossoblù – continua il sindaco – aveva dato, in decenni di attività professionale, un contributo notevole alla promozione turistica del territorio attraverso la conduzione innovativa di strutture ricettive e di intrattenimento e l’organizzazione di una miriade di eventi di grande richiamo, tutti coronati da grande successo».

Mimmo Del Moro era nato a San Benedetto del Tronto nel 1937.

Già da giovanissimo all’attività professionale di geometra affianca quella di gestore di locali da ballo: conduce storici dancing come Il Cavalluccio Marino, la Palazzina Azzurra fino alla discoteca Tiffany. Sono anni in cui in questi locali si esibiscono gli artisti più famosi del momento come Mina, Dalla, Aznavour, Morandi, Vanoni, Carrà, Bongusto, Di Capri e tanti altri.

Negli anni Del Moro affina le sue capacità di organizzatore di eventi, tutti coronati da grande successo di pubblico, dalla partecipazione di “big” del mondo dello spettacolo, della moda, dello sport e dall’attenzione da parte dei media nazionali.

Si ricordano i “Gran Galà” per l’assegnazione della “Palma della Popolarità” insieme a Irene Malavolta, tre giri d’Italia in barca a vela con un successo all’attivo per lo scafo della città di San Benedetto, sette edizioni delle Prefinali nazionali del concorso Miss Italia (di cui è lo storico agente regionale), concerti di richiamo come quelli di Vasco Rossi, Roberto Benigni, Pino Daniele, Ray Charles, Dalla-Morandi e tanti altri.

Vicepresidente dell’Azienda di Promozione turistica per 5 anni e dirigente della Sambenedettese calcio, Del Moro aveva organizzato anche molti carnevali nella sua città.

Nel 1999 era stato nominato Commendatore dal Presidente della Repubblica Italiana e nel 2003 ha ottenuto la laurea honoris in Economia dall’Università “The Constantinian University” degli Stati Uniti.
Oggi la sua famiglia gestisce l’Hotel Giancarlo e lo stabilimento balneare CLUB 23.