Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

San Benedetto, ragazza truffata sul web da un pregiudicato. Ricerche della Polizia

Il truffatore della Basilicata aveva prometteva prestiti con cambiali in garanzia, ma dopo il primo pagamento si dileguava. Denunciato in stato di libertà

ASCOLI – Ennesima truffa via web perpetrata nell’Ascolano. È una ragazza a fare le spese di un truffatore. A scoprire il raggiro è stato il Commissariato di Pubblica sicurezza di San Benedetto.

L’indagine degli agenti è partita dopo la denuncia della giovane che abita nella città rivierasca picena. Alla ricerca di eventuali prestiti per le sue necessità, la donna veniva contattata da un uomo che si fingeva dipendente di una società finanziaria. Questi faceva credere di concedere prestiti a fronte della emissione di cambiali a garanzia, da consegnare direttamente sul posto alla debitrice. Ma per farlo, il truffatore aveva bisogno di denaro immediato: per il biglietto ferroviario e per il bollo da applicare sulle cambiali stesse.

Naturalmente, una volta che la ragazza, di San Benedetto, aveva compiuto il pagamento della somma richiesta in favore di una carta postepay indicata dal finto finanziatore, l’uomo spariva. E con lui sia il piccolo prestito sperato che i soldi inviati per procedere nell’operazione promessa.

Per fortuna, l’abile truffatore è stato identificato dalla Polizia e denunciato per truffa, anche se ancora in stato di libertà. Si tratta di un pluripregiudicato della Basilicata, specializzato in questi reati compiuti via web. Tanto che a suo carico esistono altri procedimenti giudiziari aperti da diverse Procure italiane, sempre per le truffe attuate con un modus operandi.

Evidentemente non è facile neppure per le forze dell’ordine rintracciarlo e fermarlo, non solo per le sue tante e ignare vittime di raggiri ben costruiti. Fino a quanto il malvivente riuscirà a farla franca?