Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

San Benedetto, giallo sul presunto stupro di una giovane turista

La giovane 18enne si è recata al Pronto Soccorso per le cure del caso. L'aggressione sarebbe avvenuta nella notte tra sabato e domenica scorsi, non lontano dall'area portuale

ASCOLI – Una ragazza piemontese in vacanza a San Benedetto si è presentata la mattina di domenica scorsa – 25 luglio – al Pronto soccorso dell’ospedale Madonna del Soccorso affermando di essere stata stuprata da due giovani. La violenza, sempre secondo il racconto della giovane, sarebbe avvenuta in piena notte nella zona di via Morosini, non lontano dal Dopolavoro ferroviario della città e dell’area portuale.

La ragazza va al Pronto Soccorso dell’ospedale

La vittima, 18 anni appena, era da sola in strada quando sarebbe stata avvicinata da due ragazzi che poi l’avrebbero trascinata in un luogo nascosto e avrebbero abusato di lei, dilenguandosi successivamente. Dopo essere rientrata nell’abitazione che la ospita a San Benedetto, la giovane avrebbe raccontato la vicenda a delle amiche che l’avrebbero convinta ad andare al Pronto soccorso. Ma senza procedere a formale denuncia contro ignoti.

L’ospedale di San Benedetto

La vittima conosceva i suoi aggressori?

Il Commissariato di San Benedetto sta svolgendo ora accertamenti sul presunto stupro che si sarebbe consumato in strada, nella notte tra sabato e domenica scorsi. Al vaglio il racconto della vittima, così come i suoi spostamenti in città e la presenza di amiche o altre conoscenti della turista. Non sono chiari al momento tutti gli aspetti dell’episodio, a cominciare dal fatto se la ragazza conoscesse o meno i suoi aggressori.

Naturalmente la Polizia sta lavorando per cercare di identificare i due giovani che avrebbero forse, abusato della ragazza. Ma non trapelano notizie e dettagli sulle piste battute per arrivare a rintracciare i presunti responsabili della violenza. Bocche cucite dal Commissariato, che vuole prima ricostruire tutta la dinamica del fatto e poi spiegare come sono andate realmente le cose.