Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Salvare la cultura dei Nativi Americani: esce un nuovo libro a San Benedetto

Le American Indian Stories curate da Tiziana Tatò e pubblicate da Mauna Kea Edizioni, casa editrice diretta dalla scrittrice e attivista Raffaella Milandri

Raffaella Milandri con alcuni giovani Nativi americani

ASCOLI – Esce a cura della Mauna Kea Edizioni di San Benedetto, la prima edizione italiana integrale di American Indian Stories della nativa americana Zitkala-Sa. Il volume dal titolo “Racconti di Nativi Americani: American Indian Stories” è curato dalla traduttrice sambenedettese Tiziana Totò.

Una ragazza dalla prateria alla scuola per indiani

Dal teepee nella prateria alla “scuola per indiani” imposta dall’uomo bianco, Zitkala-Sa racconta in questa opera autobiografica il traumatico passaggio dal periodo felice dell’infanzia alle mille regole che vengono imposte a lei, giovane “selvaggia”.

La scuola missionaria non è l’avventura che Zitkala-Sa si aspettava: la scuola è severa, i suoi lunghi capelli sono tagliati corti e si parla solo inglese. Pur essendo un’esperienza molto amara, la ragazza sa bene che la educazione occidentale e le mille umiliazioni che comporta sono necessarie per combattere le ingiustizie dell’uomo bianco con le stesse armi.

Razzismo persistente negli Usa

In “American Indian Stories” Zitkala-Sa, attivista per i diritti dei Nativi Americani, condanna un razzismo persistente, ma anche, ai suoi occhi, incomprensibile e ridicolo. L’opera fa seguito alla prima edizione italiana di “Old Indian Legends”, sempre di Zitkala-Sa,  per la collana dedicata ai Nativi Americani della Mauna Kea, in cui si trovano opere di autori contemporanei ma anche le edizioni italiane che, finalmente, danno voce anche ai primi autori nativi americani.

Un esempio per gli occidentali senza valori

Anche “Old Indian Legends” è stato curato da Tiziana Totò, insieme a Raffaella Milandri, scrittrice e responsabile della casa editrice sambenedettese: «Quella dei  Nativi Americani – afferma la Milandri – è una realtà molto importante: è un punto cruciale di confronto e riflessione con una cultura che è sopravvissuta al colonialismo e a un genocidio. Essi sono costretti a subire violenze e ingiustizie di ogni genere dalle potenze europee prima e dal Governo degli Stati Uniti poi, hanno una chiara visione della loro identità e i loro valori sono miracolosamente vivi e forti dopo secoli. Un esempio prezioso per noi occidentali, che siamo in piena crisi identitaria, annichiliti dal consumismo e da politiche che spesso vogliono sembrare inclusive, ma all’atto pratico lo sono ben poco».

La prima guida e il dizionario Lakota

Da ricordare che Raffaella Milandi ha pubblicato anche “Nativi Americani”, la prima guida che offre una panoramica completa e aggiornata della complessità e vastità di culture e di tribù dei nativi negli Stati Uniti. In precedenza, nel 2019 e sempre per Mauna Kea Edizioni aveva fatto uscire anche “Lessico Lakota”, il primo dizionario in italiano della lingua Lakota, del famoso popolo dei guerrieri Sioux-Lakota. L’impresa è stata compiuta con Myriam Blasini, nell’Anno Internazionale delle Lingue Indigene proclamato dall’ONU.