Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Ascoli, al via la rassegna “Cinema sotto le torri” con anteprime e film d’autore

Nove titoli in programma tra cui l'anteprima di un'opera premiata al Festival di Locarno e due film italiani molto apprezzati sulle figure di D'Annunzio e Ligabue. Incontri con gli attori

Ascoli, Piazza del Popolo

ASCOLI – Si aprirà con una prestigiosa anteprima la rassegna «Cinema sotto le torri» in programma ad Ascoli dal 20 al 28 agosto. Parliamo del film «La ragazza con il braccialetto» che uscirà nelle sale solo il 26 agosto. Diretto da Stephane Demousteier, l’opera ha vinto il Premio Cesar per la miglior sceneggiatura non originale al Festival di Locarno, in Svizzera. Racconta la storia di Lise, una ragazza di 18 anni accusata di aver ucciso la sua migliore amica e costretta alla libertà vigilata in attesa del giudizio della Corte d’assise.

Le proiezioni all’aperto presso Palazzo Pacifici

Dunque un film d’autore, apprezzato a livello internazionale che sarà proiettato ad Ascoli nella serata di venerdì 20 agosto. Scenario della rassegna, fortemente voluta dal Comune piceno e divenuta ormai una tradizione delle estati cittadine, sarà il centro storico, presso l’area prospiciente Palazzo Pacifici con ingresso da via Nicolò IV. Organizzata in collaborazione fra il «Cinecircolo don Mauro nel corso del tempo» e Publiodeon, la manifestazione vede in programmazione 9 nove titoli, ma anche la partecipazione di alcuni attori protagonisti delle pellicole presentate.  A cominciare, nelle serate del 27 e 28 agosto da Denis Campitelli (Nerone nel film Volevo nascondermi) Francesco Patanè (Giovanni Comini ne Il cattivo poeta) e la giovane attrice ascolana Iole Mazzone.

Offerta culturale più ampia per la città

Per il sindaco Marco Fioravanti l’evento «impreziosisce la programmazione culturale ascolana e proietta la città in una dimensione nazionale di rilievo, accreditando sempre più la candidatura a capitale della cultura italiana». Mentre l’assessore alla cultura Donatella Ferretti, già vicesindaco e con una lunga esperienza amministrativa alle spalle, si dichiara soddisfatta della selezione cinematografica, ideata insieme a Pietro e Giorgio Ferretti, e della riqualificazione di uno spazio prezioso per la comunità locale, nel centro storico del capoluogo.

Elio Germano e il suo Ligabue

Tra le opere presentate, spiccano  «Un altro giro» di Thomas Vinterberg ( 2020) – martedi 24 agosto – «Il cattivo poeta» di Gianluca Jodice ( 2020)- sabato 28 agosto – incentrato sugli ultimi anni di vita Gabrielle D’Annunzio, e «Volevo nascondermi» di Giorgio Diritti ( 2020). Questo è un capolavoro assoluto che si pregia di un‘ennesima magistrale prova d’attore di Elio Germano, nei panni del pittore Antonio Ligabue. Un film, per chi ama l’arte cinematografica da non perdere.