Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Alla ricerca delle castagne nel bosco: dove raccoglierle nelle Marche

Nella nostra regione gli alberi di castagno si trovano soprattutto nel territorio dei Monti Sibillini, nel fermano nella zona di Montefalcone Appennino e nel pesarese nell'alta Valmarecchia

ANCONA- L’autunno è la stagione ideale per fare delle passeggiate immersi nelle calde sfumature giallo, arancio e rosso del bosco. Oltre all’incredibile spettacolo del foliage, le Marche in questo periodo offrono anche l’occasione per dilettarsi nella raccolta delle castagne. Un’attività perfetta da fare anche in compagnia della propria famiglia. Ecco quindi che una passeggiata domenicale nel bosco può trasformarsi in un momento di gioco e condivisione tra genitori e figli. Non solo si potrà fare a gara a chi trova più castagne o a chi trova quella più grande, ma i più piccoli potranno imparare a conoscere il bosco, ad osservare gli animali, ad annusare i profumi e ad ascoltare i rumori.

Nelle Marche, gli alberi di castagno si trovano soprattutto nel territorio dei Monti Sibillini e sono molte le escursioni organizzate per cercare, tra il fogliame, i deliziosi frutti autunnali. Una delle mete da non perdere è certamente Montemonaco (AP) con i suoi castagni secolari e il meraviglioso panorama dominato dal Monte Sibilla. Sempre in provincia di Ascoli Piceno, nella piccola frazione del comune di Rotella è tradizione andare a raccogliere le castagne sul Monte dell’Ascensione. Nel fermano il luogo ideale per cercare il frutto più appetitoso dell’autunno è la zona di Montefalcone Appennino. Nella provincia di Pesaro e Urbino, l’alta Valmarecchia vanta castagneti secolari che in questo periodo si colorano di giallo e arancio. Quest’anno, a causa della situazione sanitaria e delle misure anti Covid, molte sagre dedicate alla castagna che tradizionalmente si svolgevano nel mese di ottobre sono state annullate o rimandate al prossimo anno.

CONSIGLI PER RACCOGLIERE LE CASTAGNE: Prima di avventurarvi nel bosco alla ricerca delle castagne è utile portare un cestino di vimini o un sacco di juta dove riporle. Le castagne mature tendono a cadere dall’albero, generalmente quindi si trovano già a terra, il più delle volte con il guscio. Ogni riccio contiene tre castagne. I frutti ancora acerbi restano invece attaccati al ramo. È bene indossare un abbigliamento adeguato e prestare attenzione alle norme locali che regolano la raccolta delle castagne.

COME CUCINARE LE CASTAGNE- Dopo aver cercato tra il fogliame il frutto simbolo dell’autunno non resta che cucinarlo. Ci sono tre modi: castagne al forno, arrostite o bollite. In ogni caso va fatta un’incisione sul guscio con il coltello. Il metodo più tradizionale è di arrostire le castagne sul fuoco vivo utilizzando una padella forata. Per sbucciarle più facilmente il consiglio, una volta cotte, è di avvolgerle in un panno umido. Per le castagne al forno o bollite invece, il consiglio è di metterle a mollo nell’acqua prima di cucinarle. Una volta pronte sono ottime da gustare sorseggiando il vin brulè oppure possono essere trasformate in farina o utilizzate nelle più svariate ricette.