Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Post-sisma, 20 milioni per la sicurezza anti-covid nei cantieri della ricostruzione

Le domande potranno essere presentate dal 16 novembre fino al primo febbraio. «Una buona notizia. Sfrutteremo al massimo questi fondi per non fermarci negli investimenti» il commento del presidente degli Edili di Confartigianato, Giuliano Fratoni

Il Commissario straordinario alla Ricostruzione Giovanni Legnini ha firmato il decreto che riapre, dal 16 novembre fino al prossimo primo febbraio, i termini delle domande per ottenere i contributi a fondo perduto per le misure anti-covid messi a disposizione dall’Inail che saranno destinati alle imprese edili che operano nei cantieri della ricostruzione post sisma.

Le risorse disponibili ammontano a quasi 20 milioni di euro e serviranno a coprire le spese sostenute per la sicurezza sanitaria nei cantieri: dall’acquisto dei dispositivi di protezione individuale passando per la sanificazione fino ai sistemi di controllo degli accessi nei luoghi di lavoro. Il tetto massimo è di 10mila euro per ciascuna impresa.

Il presidente Edili di Confartigianato Giuliano Fratoni

L’annuncio è stato accolto favorevolmente dalla categoria edili di Confartigianato Ascoli Piceno, Macerata e Fermo. «Sicuramente è una buona notizia dato che ci siamo sempre attenuti alle regole investendo nella sicurezza – ha detto il presidente della categoria dell’associazione Giuliano Fratoni -. Sfrutteremo al massimo questi fondi per non fermarci negli investimenti e continuare a garantire la sicurezza a noi stessi e ai nostri dipendenti». Cantieri del sisma che operano anche in un momento storico particolare. «Oltre alla ricostruzione stiamo tutti affrontando una pandemia – ha continuato Fratoni -. Fortunatamente, al momento, non abbiamo vincoli particolari dato che la nostra regione è inserita in zona gialla e lavoriamo normalmente ma di certo con maggiori attenzioni e accorgimenti per ridurre al minimo il rischio di contagio. I cantieri nelle aree del cratere stanno ripartendo bene e il Commissario Giovanni Legnini ha senza dubbio cambiato il passo rispetto agli anni passati e questo non può che renderci soddisfatti».

Il Commissario Straordinario alla Ricostruzione Giovanni Legnini

Le spese ammissibili al contributo, che può arrivare al 100% dei costi sostenuti, sono quelle effettuate a partire dal 19 marzo 2020 e documentate. Riguardano l’acquisto di apparecchiature e attrezzature per l’isolamento o il distanziamento dei lavoratori, compresi i relativi costi di installazione; i dispositivi elettronici e sensoristici per il distanziamento dei lavoratori; le apparecchiature per l’isolamento o il distanziamento dei lavoratori rispetto agli utenti esterni e rispetto agli addetti di aziende terze fornitrici di beni e servizi; i dispositivi per la sanificazione dei luoghi di lavoro; i sistemi e le strumentazione per il controllo degli accessi nei luoghi di lavoro utili a rilevare gli indicatori di un possibile stato di contagio e i dispositivi e gli altri strumenti di protezione individuale.

Il decreto di riapertura del bando, il relativo avviso e l’allegato con i termini e le modalità di presentazione delle domande sono disponibili sul sito internet del Commissario, www.sisma2016.gov.it