Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

“Ponte pericoloso”, ad Ascoli protestano i residenti di Castel Trosino

Più volte gli abitanti della frazione si sono rivolti alla Provincia, ma non sono mai riusciti ad ottenere un intervento

Il ponte di Castel Trosino, ad Ascoli

ASCOLI – La condizione di alcune strade, nel Piceno, finisce ancora sotto accusa. Nei giorni scorsi, infatti, si è verificato l’ennesimo incidente, anche se non eccessivamente grave visto che non ci sono stati feriti, nella frazione ascolana di Castel Trosino. Un fatto che ha mandato su tutte le furie, ancora una volta, alcuni residenti.

La polemica

Nel mirino, soprattutto, sono finite le condizioni in cui si trova il ponte in zona ‘casette’, lungo la strada provinciale che collega il paese al centro cittadino. «I guardrail, in quel tratto, sono troppo alti – spiega, ad esempio, Giuseppe Antonucci, anche a nome di altri abitanti della frazione –. Gli automobilisti, dunque, allargano troppo la traiettoria, per vedere meglio la strada, e si verificano incidenti. Abbiamo spesso chiesto l’intervento della Provincia, trattandosi appunto di una strada di competenza di palazzo San Filippo, ma non è stato mai fatto nulla per risolvere questa situazione. Siamo stanchi, sinceramente, di assistere a incidenti su quel ponte. Per non parlare, poi, delle condizioni in cui versa il tratto di strada, pieno di sporcizia e con l’erba alta. In passato è stata promossa addirittura una raccolta di firme, sottoposta all’attenzione dei vari presidenti che si sono alternati in Provincia. Come spesso accade in Italia, però, le istituzioni non danno mai ascolto alle richieste che arrivano dalla popolazione. Ci sono troppe difficoltà anche per i pedoni, considerando il fatto che prima c’era un marciapiede ma che adesso è stato occupato dal guardail. Quindi non si riesce neanche a passare a piedi».