Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Nel Piceno riapre al traffico la strada provinciale Mezzina. Ma i cantieri non sono tutti chiusi

Da oggi la SP 43 intervalliva torna a collegare da Castel di Lama il sud della provincia con il nord. In alcuni tratti limite di velocità a 50 km per lavori da completare

ASCOLI – Finalmente riapre al transito nel Piceno la strada provinciale n.43 Mezzina”. Lo rende noto la Provincia che però ricorda come alcuni tratti dell’importante arteria siano ancora interessati da cantieri per il completamento dei lavori previsti dal programma contrattuale.

Limite di 50 km orari in alcuni tratti

Per motivi di sicurezza dunque, i mezzi che la percorrono dovranno ancora osservare il limite di velocità massimo di 50 km orari. E tuttavia, nonostante tali limitazioni l’annuncio della riapertura della strada che da Castel di Lama conduce a nord attraverso l’entroterra collinare ascolano, è una bella notizia per i residenti dei paesi della vallata del Tronto, del Tesino e aree limitrofe.

Lavori sulla Sp43 Mezzina

Polemiche recenti

Anche perchè dovrebbe migliorare una condizione della viabilità molto precaria e che anche nelle ultime settimane aveva rinfocolate polemiche tra i Comuni della zona e l’ente provinciale. Con il sindaco di Offida Luigi Massa che era tornato ad accusare Palazzo San Filippo di lungaggini e ritardi incomprensibili.

Lavori molto complessi con viadotto da 152 metri

Ma c’è comunque da sottolineare come i lavori sulla strada – ancora nel recente passato teatro di ripetuti ed anche tragici incidenti stradali – siano stati particolarmente complessi da portare a termine. L’ammodernamento del tracciato intervallivo, l’ampliamento della carreggiata e la sistemazione di tratti ammalorati hanno costretto ad interventi difficili e dai tempi lunghi di realizzazione.

A ciò occorre aggiungere anche la costruzione di un viadotto imponente da 152 metri a 4 campate per il quale è stato richiesto l’impego di imprese specializzate e che però adesso rende più agevole gli spostamenti verso il nord della provincia e il Fermano, oltre che il raggiungimento dei borghi dell’entroterra piceno.

Investimento di 6 milioni

«Viene riaperta al traffico un’ infrastruttura fondamentale per la viabilità del territorio – spiega Sergio Fabiani, Presidente della Provincia di Ascoli – ottenendo un risultato significativo e atteso a cui l’ente ha lavorato con grande impegno e determinazione risolvendo le criticità pregresse e portando a compimento un’opera che ha comportato un investimento di oltre 6 milioni di euro. Rinnovo la mia profonda gratitudine ai cittadini del comprensorio che hanno subito comprensibili disagi ma che ora potranno usufruire di una strada notevolmente migliorata in termini di sicurezza e di modalità di percorrenza».