Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Il Piceno ha altri nove Cavalieri della Repubblica: cerimonia in Prefettura

La cerimonia per la consegna del Diploma di Ordine "Al Merito della Repubblica Italiana" in Prefettura. I più giovani Francesco Balloni e Valter Di Felice

ASCOLI – Nove nuovi Cavalieri per la provincia di Ascoli. La cerimonia per la consegna del Diploma di Ordine «Al Merito della Repubblica Italiana» si terrà domani, 11 giugno presso il Salone De Carolis della Prefettura picena. Il Diploma cavalleresco, conferito dal Capo dello Stato Sergio Mattarella, verrà assegnato ai prescelti per «ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari».

Cavalieri della Repubblica: i due più giovani insigniti

Tra i nuovi Cavalieri ce ne sono due che spiccano oltre che per i meriti indubbi, nelle loro attività professionali, anche per la loro età. Si tratta di Francesco Balloni, 40 anni appena compiuti, direttore provinciale della Cna, e di Valter Di Felice, manager ed attuale amministratore dello storico Caffè Meletti, che di anni ne ha 48.

Francesco Balloni

La dirigente della Polizia e il primario in pensione

A ricevere il Diploma dalle mani del nuovo Prefetto di Ascoli, Carlo De Rogatis, figurano anche un’apprezzata dirigente della Polizia di Stato come Patrizia Carosi e il medico Mario Sfrappini. La prima andata in pensione dal 2019, era stata in servizio presso la Divisione anticrimine della Questura ascolana, e poi Vicario del Questore a Teramo e successivamente a Fermo. Il secondo, 66 anni, è da molti anni Primario del reparto di Geriatria all’Ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto. Andrà a riposo per scelta volontaria dal primo luglio.

I militari residenti nella provincia

Nella lista dei residenti nel Piceno che diventeranno Cavalieri, ci sono poi Angelo Guido Cantalamessa (Corpo Forestale), Adalberto Massicci (Aeronautica), Massimo Pelone (Guardia di Finanza), Rocco Possemato (Arma dei Carabinieri) e Francesco Lappa.