Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Grande successo ad Acquasanta Terme per la Festa d’Autunno: castagne, vino, dolci e migliaia di visitatori

Molte persone hanno affollato per due giorni il centro storico del paese che si trova sulla Salaria, 15 km ad ovest di Ascoli. Protagonista dell'evento la castagna prodotta nei boschi del territorio comunale

ASCOLI- Grande successo per la Festa d’Autunno che si è svolta nel weekend ad Acquasanta Terme. Migliaia di persone hanno affollato per due giorni il centro storico del paese che si trova sulla Salaria, 15 km ad ovest di Ascoli. Protagonista principale dell’evento – atteso dopo due anni di stop, anche se nel 2020 si tenne un edizione limitata – la castagna prodotta nei boschi del territorio comunale, e che a fiumi ha riempito gli stand organizzati dal Comune, dalla Pro Loco e dalle associazioni locali.

Ricostruzione avviata e fervore commerciale

Soprattutto ieri, domenica 17 ottobre, la cittadina termale che con la ricostruzione avviata è ora invasa da decine di cantieri edili e da un fervore commerciale e produttivo che non si vedeva da prima del sisma del 2016, ha accolto visitatori e turisti da tutta la provincia picena ed anche da fuori zona, per la gioia non solo dei promotori della manifestazione ma anche di tutte le attività e i negozi aperti per l’occasione.

Gruppi folk e balli in piazza

Tipicità e spettacoli in tutto il paese

Davvero una grande e speciale festa, dopo il periodo buio del covid seguito a quello del post-terremoto, che è stato molto apprezzato da giovani, famiglie e residenti. Anche perchè non solo tutti i presenti hanno potuto degustare i prodotti tipici dell’enogastronomia locale – dai formaggi ai salumi, dal vino novello ai dolci della tradizione e della montagna – ma anche godersi balli e spettacoli di gruppi folcloristici che hanno suonato il saltarello e percorso in un lungo e largo tutto il corso centrale, le piazzette e le aree di Acquasanta Terme, fino a tarda serata.

Stand nel borgo

Con il gradito show finale dei fuochi d’artificio, che ha ammaliato grandi e piccini in una domenica di vera allegria e di tanta speranza come non se ne vedeva da tempo nei borghi dell’area montana dell’Ascolano.

In attesa del rilancio delle Terme

La comunità acquasantana ha dimostrato così di essere pronta per il rilancio turistico e commerciale del futuro, contando non solo sulla propria forza ma anche sulla realizzazione nei prossimi anni di progetti rilevanti come quello della riqualificazione delle storiche terme del paese ( 6 milioni di investimenti). Augurandosi che la crisi sanitaria e le problematiche connesse siano superate.

Exit mobile version