Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Rubò in due bar di San Benedetto e in una parrucchieria: trentenne arrestato dalla polizia dopo mesi di indagini

L'uomo agiva nelle ore notturne, quando i locali erano chiusi. Decisive, per la sua identificazione, alcune tracce di sangue

ASCOLI – È stato arrestato dalla polizia il ladro che colpiva di notte nei bar di San Benedetto. Si tratta di un trentenne italiano, pluripregiudicato e senza fissa dimora. Nel maggio del 2021, il ragazzo aveva commesso dei furti in due locali della riviera e anche all’interno di una parrucchieria. Nelle ore notturne, approfittando della chiusura degli esercizi e dell’assenza di persone lungo la via, il malvivente forzava la porta finestra dei locali e accedeva all’interno del bar portando via denaro contante dal registratore di cassa e bottiglie di alcolici.

Le indagini

Nel corso di questi mesi, gli agenti della polizia giudiziaria della stazione di San Benedetto, hanno svolto delle appurate indagini, acquisendo i filmati estrapolati dai sistemi video installati nelle vicinanze degli stessi locali. In una circostanza, l’uomo aveva lasciato delle tracce ematiche, probabilmente essendosi procurato dei tagli durante il suo operato. Anche grazie alle comparazioni con il dna estratto dalle tracce biologiche repertate e a rilievi dattiloscopici, è stato dunque identificato proprio nelle ultime ore l’autore materiale dei tre furti. Il trentenne aveva trafugato un registratore di cassa, denaro contante e un tablet agendo sempre di notte quando i locali erano chiusi.

L’arresto

Su richiesta della procura di Ascoli, il giudice per le indagini preliminari ha dunque disposto la custodia cautelare in carcere nei confronti dell’uomo, già recidivo per reati simili. Il trentenne si trova ora nel carcere del Marino del Tronto, a disposizione dell’autorità giudiziaria che nei prossimi giorni lo sottoporrà all’interrogatorio.