Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Fondi per le famiglie in difficoltà e nuovi servizi per il territorio: a Folignano patto tra Comune e sindacati

Il sindaco Terrani: «Ci saranno anche bonus per le giovani coppie che verranno a vivere qui e per chi partorisce»

Il sindaco di Folignano Matteo Terrani con le organizzazioni sindacali

FOLIGNANO – Un fondo per incentivare le assunzioni dei residenti nelle aziende del territorio, il prestito d’onore per chi è in difficoltà con il pagamento degli affitti, il mantenimento della Tari a un livello minimo, un bonus per l’acquisto di pannolini e alimenti per i neonati. Sono, queste, solamente alcune delle misure previste nell’accordo sottoscritto questa mattina tra il Comune di Folignano, le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, nonché i sindacati dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil. Un protocollo d’intesa mirato a sostenere le fasce della popolazione che stanno vivendo, più delle altre, dei momenti di difficoltà dal punto di vista economico e sociale. «In questi ultimi anni abbiamo promosso molti interventi di sostegno alle famiglie folignanesi – ha spiegato il sindaco Matteo Terrani -. Siamo riusciti a dare una grossa mano a chi, con immensa fatica, doveva arrivare alla fine del mese e continueremo a farlo, proprio grazie a questo accordo sottoscritto con i rappresentanti sindacali. Non possiamo fare miracoli, questo è vero, ma promettiamo di fare il possibile per non lasciare soli i nuclei familiari maggiormente in difficoltà».

Le misure

Entrando nei dettagli del protocollo, ci saranno fondi destinati ai disabili, agli anziani e ai minori. Ma anche quindicimila euro da destinare a quelle aziende che assumeranno cittadini residenti nel Comune. Ci sarà, appunto, il prestito d’onore, ovvero a tasso zero, per le famiglie in condizioni di disagio, così come verrà promosso un progetto di housing sociale per tutti coloro che sono impossibilitati a pagare l’affitto a prezzo di mercato. La Tari, come detto, rimarrà la più bassa rispetto ai comuni limitrofi e sono previste delle misure per sopperire al calo demografico. Tra queste, ad esempio, il bonus per l’acquisto di pannolini e alimenti per i neonati, così come un aiuto economico alla maternità ma anche alle giovani coppie che desiderano stabilirsi nel territorio folignanese in forma di sconti sulle tariffe e sui servizi comunali. Per le mense scolastiche vengono confermate le agevolazioni previste per le fasce di reddito più basse. In merito agli orti sociali, dopo il successo che ha fatto seguito all’assegnazione di quelli realizzati a Case di Coccia prevalentemente a disoccupati e pensionati, ne verranno allestiti altri. In accordo con l’Erap, verrà effettuata una ricognizione delle case popolari per la predisposizione di bandi di assegnazione. Infine, ci sarà anche un ulteriore miglioramento del servizio di raccolta dei rifiuti, che a Folignano ha comunque già raggiunto livelli eccezionali.