Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Folignano in soccorso delle imprese in sofferenza: esenzione della Tari per 2 anni

Per il sindaco Matteo Terrani, «meglio un'opera pubblica in meno e più risposte concrete a sostegno dei residenti in difficoltà». Rimborso della tassa anche a chi ha pagato nel 2020

ASCOLI – Esenzione totale della Tari per le attività produttive per il 2020 e 2021, con tutte le utenze non domestiche del Comune che potranno godere di contributi economici. È quanto ha deciso l’Amministrazione comunale di Folignano, importante centro alla periferia di Ascoli Piceno.

«Abbiamo ascoltato le esigenze degli operatori – spiega il giovane sindaco Matteo Terrani (Pd) -. Pensiamo sia meglio fare un’opera pubblica in meno, ma dare una risposta concreta ai residenti in un momento delicato e difficile come questo. Nell’ultimo periodo – aggiunge Terrani- abbiamo messo in campo più misure per supportare tutte le fasce: dai buoni spesa, al bando per le imprese. Come Amministrazione abbiamo il dovere di essere vicini ed aiutare chi sta pagando il prezzo maggiore per gli effetti della crisi sanitaria per il covid».

Per avere i benefici previsti dal Comune, sarà necessario essere in regola con i pagamenti fino al 2019. Per richiedere il contributo ci sarà tempo fino al prossimo 31 ottobre. Ed anche chi ha già pagato la Tari nel 2020 potrà ottenere il rimborso. Per il momento la Giunta ha stanziato 200 mila euro per far fronte all’impegno.

«Abbiamo un bilancio che ci lascia spazi per interventi straordinari come questo – sottolinea il vicesindaco Angelo Flaiani -.  Per diverse attività del territorio, oggi in grande sofferenza, il peso della Tari incide con un costo da 3 mila a 5 mila euro all’anno. Abbiamo previsto un contributo economico cosicché non si ripercuota sulle utenze domestiche. Entro i primi del mese di giugno la norma sarà approvata dal consiglio, in seguito predisporremo gli atti: a tutte le attività sarà data comunicazione attraverso una raccomandata».