Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Ad Ascoli, Folignano e San Benedetto del Tronto giovani impegnati in azioni di cittadinanza attiva

In corso il progetto estivo "Ci Sto? Affare Fatica! - Facciamo il bene comune", con ragazzi e ragazze, dai 16 ai 21 anni, attivi in azioni di decoro urbano, pulizia di vie e piazze, piccoli lavori di cura del verde

ASCOLI PICENO – È entrato nel vivo anche nella provincia di Ascoli Piceno il progetto estivo “Ci Sto? Affare Fatica! – Facciamo il bene comune” coordinato da CSV Marche Ets e finanziato dalla Regione Marche, che invita ragazze e ragazzi a rimboccarsi le maniche per la cura del territorio.

Da lunedì 18 luglio e fino a venerdì 22 luglio 3 nuove squadre sono partite, nello specifico nei Comuni di Ascoli, Folignano e San Benedetto del Tronto. Ad Ascoli i partecipanti, giovani ragazzi e ragazze, dai 16 ai 21 anni, stanno operando al parco di via Vittorio Emanuele Orlando, a San Benedetto sono in piazza della Libertà e a Folignano presso il lavatoio antico di Castel Folignano.

I partecipanti sono seguiti da tutor dai 22 ai 35 anni e handyman, “maestri d’arte” chiamati a trasmettere competenze tecniche e artigianali. 

Intanto, sul sito www.cistoaffarefatica.it sono ancora aperte le iscrizioni per i giovani interessati a partecipare: basta selezionare la provincia e il comune di interesse e consultare le settimane ancora disponibili (il progetto si chiuderà venerdì 5 agosto 2022). 

Le attività si svolgono per una settimana o più a scelta (da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 12.30) e includono azioni di decoro urbano, pulizia di vie e piazze, piccoli lavori di cura del verde, manutenzione dei parchi e delle aree giochi, tinteggiatura di panchine, staccionate e aule di scuole fino alla realizzazione di murales decorativi. 

A ciascun partecipante viene consegnato a riconoscimento dell’impegno profuso un ‘buono fatica’ settimanale del valore di 50 euro (100 euro per i tutor) che può essere speso in abbigliamento, libri, cartoleria, materiale informatico e articoli per il tempo libero. 

Il progetto coinvolge anche la comunità locale, che non di rado supporta in vario modo l’attivismo dei ragazzi dalle t-shirt rosse: ad Ascoli Piceno ad esempio, per ringraziare i giovani impegnati, il titolare della Palestra Yuki Club ha deciso di regalare loro dei buoni ingresso validi per un mese. E anche i sindaci e gli assessori dei Comuni coinvolti si sono complimentati per il lavoro svolto e l’impegno profuso andando a trovare le squadre direttamente sul posto.

Le attività possono essere seguite sulla pagina facebook e il profilo Instagram del progetto.–