Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Fiori e vasi per la nuova primavera dei bambini: riaprono i Nidi di San Benedetto

Il Comune riattiva i 4 servizi Nido e Primavera per i piccoli fino a 3 anni. Due iniziative verdi con le famiglie degli ospiti

ASCOLI – «Vai col verde» e «Un fiore fa primavera». Sono i due progetti nell’ambito dei quali dal 7 al 9 aprile i bambini e le bambine dei 4 servizi educativi comunali di San Benedetto del Tronto –  Asilo Nido «La Mongolfiera» e «Il Giardino delle Meraviglie» e Sezioni Primavera «La Girandola» e «Il Girasole» –  torneranno a varcare la soglia della scuola.

E lo faranno con in mano il proprio vasetto di fiori o erbe aromatiche personalizzato, da collocare nello spazio predisposto all’aperto o il fiorellino di primavera, realizzato con materiale di riciclo, da appendere sull’alberello dell’accoglienza, posto all’ingresso delle strutture.

Due iniziative sviluppate insieme con le famiglie dei piccoli, destinatarie durante i giorni di sospensione dei servizi educativi di un invito riguardante la predisposizione già da casa, sia dei vasetti di fiori personalizzati, curati e innaffiati sia dei fiorellini di primavera realizzati anche con l’aiuto di mamma, papà o di un fratellino o sorellina, da portare al momento della riapertura presso i servizi.

Le due progettualità, pensate e predisposte dalle educatrici e dalla coordinatrice pedagogica delle strutture per l’infanzia di San Benedetto, nascono come sorta di riaccoglienza in andata e ritorno casa/nido-sezione primavera, come esperienze-ponte tra le due realtà casa e servizi: una modalità per accorciare le distanze tra i due luoghi abitati dai bambini e dalle bambine allo scopo , secondo il Comune di San Benedetto «di rafforzare i legami già instaurati ma che si sono interrotti solo fisicamente e non emotivamente».

Con la riapertura dei servizi, i bambini e le bambine continueranno a prendersi cura, ogni giorno presso o il nido o la sezione primavera dei vasetti di fiori che nel contempo abbelliranno anche gli spazi esterni delle scuole e lo faranno per la durata di un mese. Poi gli stessi vasetti torneranno nuovamente a casa in occasione di una prossima occasione festosa.

A tal riguardo interviene l’assessore alle Politiche sociali, Emanuela Carboni: «Sono felice del ritorno nei nostri  nidi e sezioni primavera dei nostri bambini – dice l’assessore Carboni – e a  tutti loro rivolgo  i miei migliori auguri di una buona ripresa. L’Amministrazione comunale, dal proprio canto, ha riaperto i servizi in totale sicurezza, avendo provveduto alla sanificazione dei locali oltre ad aver sottoposto il personale dedicato al tampone rapido, grazie ad un accordo stipulato con un laboratorio analisi privato».

L’assessore rivolge inoltre un ringraziamento  alle educatrici  per «l’impegno e la dedizione profusi ininterrottamente nei confronti dei nostri bambini con l’invio, durante i giorni di chiusura dei servizi, di messaggi e video-tutorial educativi, in linea con la nuova modalità di comunicazione a distanza dei Legami educativi a distanza, così definiti per questa fascia d’età già avviati anche un anno fa, allo scopo di non interrompere il filo delle relazioni e tenere vivi i legami alimentati con le emozioni suscitate dal veicolo delle sguardi e delle voci, inviate con appositi video, tramite whatsapp».