Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Festa della Repubblica, cerimonia solenne ad Ascoli. In questura le autorità premiano il personale della Polizia

Encomi assegnati da questore, prefetto e sindaco ad ispettori e assistenti della Polizia di Stato che hanno agito con coraggio e professionalità durante le calamità naturali e nel salvataggio di persone in difficoltà

Il personale della Polizia premiato insieme a prefetto, questore e sindaco

Ascoli.- Celebrazione della Festa della Repubblica ad Ascoli questa mattina. Presso la sede della questura, in occasione della ricorrenza si è tenuta anche una cerimonia per premiare il personale delle Polizia di Stato che si è particolarmente distinto negli ultimi anni in interventi di soccorso alla popolazione oltre che in operazioni di polizia giudiziaria. Presenti il questore Alessio Cesareo, il nuovo prefetto Carlo De Rogatis e il sindaco del capoluogo piceno, Marco Fioravanti. Con loro il Cappellano della Polizia, Mons. Adam Baranski, che dopo il minuto di raccoglimento in onore dei caduti in servizio, ha proceduto alla benedizione degli intervenuti.

Consegnati da questore, prefetto e sindaco encomi e lodi

Subito dopo, le autorità hanno consegnato gli encomi e le lodi al personale dipendente premiato per la propria attivià. I riconoscimenti sono stati assegnati soprattutto per interventi coraggiosi svolti a beneficio di cittadini e residenti durante le ultime calamità naturali – nevicata del 2017 e scosse di terremoto nello stesso periodo – o fenomeni meteo molto gravi, che hanno messo in pericolo la vita di automobilisti e passanti (come a San Benedetto per il recupero di una donna bloccata in auto in un sottopasso sommerso dall’acqua).

mons. Bararnski con sindaco, prefetto e questore di Ascoli

Gli encomi, consegnati proprio per le «elevate capacità professionali ed operative» dei poliziotti sono andati all’Ispettore superiore Remo Cinaglia, ai vice ispettori Angelo De Chiara e Giorgio Tosi, al vice sovrintendente Walter Di Matteo, all’assistente capo coordinatore Mauro Di Carmine e agli assistenti capo Fabio Iannello e Vittorio Marsili, al vice ispettore Loriana Di Giacinti.

Medaglie al personale che lascia il servizio

Encomio solenne invece all’assistente capo coordinatore Maurizio Catagna, che a Napoli nel 2016 pur non essendo in servizio, salvò due feriti in un incidente stradale. Lodi sono stati poi assegnate da questore, prefetto e sindaco di Ascoli agli assistenti capo Marcello Pantalone e Piergiorgio Funari, mentre tre sono state le medaglie di commiato a personale della Polizia andato in pensione: gli ispettori superiori Giovanni Piccinini e Fiorina Marra e al sovrintendente Rosanna Valzani.

Questura di Ascoli, onore ai caduti in servizio

La sobria ed ordinata cerimonia, tenutasi nel grande piazzale della questura picena, alla presenza solo di addetti ai lavori ed alcuni parenti del personale premiato, si è conclusa con l’ascolto dell’Inno di Mameli.