Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Ascoli, da fabbrica dismessa a luogo turistico: la strana trasformazione dell’ex Elettrocarbonium

Il sindaco Fioravanti: «Riqualificheremo l'area, bonifica entro l'estate». Nelle prossime settimane ci saranno altri incontri tra il primo cittadino e il commissario straordinario Giuseppe Vadalà

Il sindaco Fioravanti in visita all'ex Elettrocarbonium

ASCOLI – Da stabilimento industriale dismesso, ormai da oltre vent’anni, a luogo turistico da visitare. È la trasformazione, a tratti anche sorprendente, che ha riguardato l’Elettrocarbonium, l’ex fabbrica che quest’anno è stata protagonista della ‘Giornate di Primavera’ del Fai, con quasi ottomila visitatori che hanno ammirato dal vivo quello che ha rappresentato, per generazioni di ascolani, il simbolo dell’industrializzazione e del boom economico.

La bonifica

Il sito verrà presto valorizzato ulteriormente dall’amministrazione comunale, che ha intenzione di sviluppare un vero e proprio progetto intorno all’ex Carbon. L’area è in attesa di essere bonificata e i tempi per la procedura di gara potrebbero essere più brevi del previsto. Il sindaco Marco Fioravanti, infatti, conferma che c’è tutto l’intento di completare la bonifica entro la prossima estate. D’altronde, nello scorso mese di ottobre, lo stesso Fioravanti incontrò il commissario straordinario Giuseppe Vadalà per analizzare insieme il documento preliminare di progettazione per la messa in sicurezza permanente della vasca di prima pioggia. In tale occasione, il commissario annunciò anche che non si sarebbe provveduto esclusivamente alla messa in sicurezza dell’area bensì anche alla sperimentazione di ulteriori tecniche di bonifica per le restanti parti del sito. Ciò porterebbe ad accorciare notevolmente i tempi per il recupero dell’intera area dell’ex Elettrocarbonium.

Le parole del sindaco

«Con il commissario c’è tanta collaborazione e ci incontreremo di nuovo anche nel corso delle prossime settimane – conferma il sindaco Marco Fioravanti -. Nel progetto sono state coinvolte anche le università del territorio. Mi auguro di convocare la conferenza dei servizi entro il mese di giugno per iniziare la procedura di gara. Entro l’estate, comunque, ci sarà la gara per la bonifica, che spero possa iniziare ad inizio 2023».