Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Due anni accampato al freddo vicino al fiume: giovane salvato a Grottammare

Si tratta di un ragazzo originario del Mali: aveva il terrore di essere rimpatriato. È stato trasferito all'ospedale di San Benedetto

ASCOLI – Da due anni viveva all’aperto sul greto del fiume Tesino, vicino alla foce, a Grottammare. Accampato alla meglio, aveva talmente paura di essere rimpatriato da rifiutare sempre l’aiuto da parte di associazioni e volontari, in grado di ospitarlo.

Parliamo di un giovane africano, originario del Mali che era seguito solo e curato, per quanto possibile, dalla Croce Rossa. Negli ultimi tempi però lo straniero aveva visto un peggioramento delle sue condizioni sanitarie. Il gelo notturno, l’umidità, la vita di stenti stavano per compromettere la sua salute. Con il rischio che il ragazzo potesse davvero perdere la vita.

Così il Comune di Grottammare, le altre autorità e le forze dell’ ordine hanno deciso di passare all’azione. Oggi è scattata l’operazione che ha portato al trasporto forzato del giovane in ospedale.

Un po’ di resistenza all’inizio dell’intervento e qualche escandescenza più tardi, una volta arrivati al nosocomio di San Benedetto: ma nulla di più.

Exit mobile version