Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Dardust torna in scena con il cortometraggio di animazione “S.A.D The Movie”

Il lavoro è un viaggio musicale senza dialoghi, ambientato in un mondo fantascientifico tra immaginazione e creatività. Il regista è Guilherme Gehr

Dario Faini (Dardust) Foto di Michela Solimando da Wikipedia

ASCOLI – Dopo i successi del Festival di Sanremo, Dardust torna in scena con un cortometraggio animato. Il titolo del lavoro, senza dialoghi ma la cui trama musicale è interamente affidata al musicista ascolano, è «S.A.D The Movie».

Diretto dal regista e animatore brasiliano Guilherme Gehr, il fim è distribuito da Red Couch Pictures. La premiere europea del cortometraggio si terrà durante il Bifff Festival di Bruxelles, in programma da 6 al 18 aprile. Poi sbarcherà nei più importanti festival internazionali, tra cui il Fastnet Film Festival e il Fantaspoa.

Fuga ed evasione sono i temi centrali di «S.A.D The Movie» , film di animazione ambientato in un mondo fantascientifico, adatto a rappresentare le paure di molte persone che vivono in un presente schiacciato da incertezze e difficoltà di ogni genere.

Opera composita, il cortometraggio di Dario Faini ha un potente impatto visivo oltre che artistico, nel quale il pianista e produttore piceno svolge una sintesi dei viaggi compiuti negli ultimi 5 anni. E ciò attraverso videoclip e racconti nei dischi 7 (2015), Birth (2016) e S.A.D Storm and Drugs (2020). In chiusura , l’opera da spazio ad Outside, il nuovo brano che chiude il progetto.

«Ho sempre sognato la mia musica applicata alle immagini, proprio perché non veicola parole e ognuno può proiettarci quello che vuole – afferma Dardust – Ho conosciuto l’animatore e filmmaker brasiliano Guilherme Gehr al Milano Film Festival del 2017 con il suo corto d’animazione Plantae del quale mi sono subito innamorato.

Un anno dopo ero in Brasile da lui a Macaè per realizzare questo corto che racchiude tutti i personaggi dei video dei miei tre album della trilogia. Una storia d’immaginazione e creatività – aggiunge il musicista ascolano – che racconta come quest’ultima possa salvarti dai momenti più bui, tema centrale nel mio ultimo album, che fa da collante alle immagini meravigliose di Gehr».

La storia del film è divisa in tre capitoli, EcstasyFearSublime, riprendono i titoli di alcuni brani contenuti nel disco «S.A.D Storm and Drugs» e accompagnano lo spettatore in un’avventura nello spazio cosmico tra realtà e immaginazione.

Covid permettendo, Dario Faini ha annunciato di volere tenere due concerti ad Ascoli nelle prossime settimane. La location dovrebbe essere quella principale della città: Piazza del Popolo.