Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Raggirava anziane e “ripuliva” le loro case: arrestata dai carabinieri

Entrava nelle abitazioni delle pensionate per fare lavori di pulizia e poi rubava denaro e gioielli. Ora è ai domiciliari

ASCOLI – Carpiva la fiducia di donne anziane, entrava nelle loro case per lavori domestici e poi rubava denaro e gioielli. Ma lo faceva sempre senza dare nell’occhio, prelevando piccole somme dai portafogli delle vittime ed oggetti vari, per poi sparire. E con questa tecnica è riuscita truffare molte residenti.

Protagonista delle vicenda una donna algerina di 45 anni, individuata dai carabinieri di San Benedetto. La straniera era già seguita dalle forze dell’ordine, per via di segnalazioni giunte a causa della sua attività sospetta. Così, dopo alcuni pedinamenti e controlli, l’hanno fermata all’esterno di una delle abitazioni in cui prestava servizio. Indosso aveva 120 euro, frutto – secondo l’Arma – dell’ennesimo furto compiuto ai danni di un’anziana sambenettese, beneficiaria solo di una pensione sociale.

Da lì sono scattate delle perquisizioni nella casa della 45enne, che hanno fornito le prove dei suoi reati. I carabinieri vi hanno infatti trovato 3500 euro in contanti, oltre a monili ed oggetti preziosi di vario tipo, in oro ed argento. Oltre a questo, i militari hanno rivenuto anche una pistola funzionante. Tutto il materiale è stato sequestrato. Mentre la ladra è stata posta agli arresti domiciliari con le accuse di furto aggravato e continuato e detenzione illegale di arma da sparo.