Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Coronavirus, Grottammare: steward per controllare gli accessi nelle spiagge libere

Vigileranno sul distanziamento tra bagnanti e e non solo. Il comune ha anche previsto la realizzazione di due video promozionali per il turismo della città; uno con la giornalista Erika Mariniello e l'altro con i commercianti

Una spiaggia libera (Immagine di repertorio)

GROTTAMMARE – Steward per controllare gli accessi nelle spiagge libere, in vista dell’estate condizionata dal coronavirus. È il progetto messo in campo dall’amministrazione comunale di Grottammare: lo ha annunciato il sindaco Enrico Piergallini nel corso di una video-conferenza stampa che si è svolta oggi pomeriggio.

«Abbiamo sempre creduto che la gestione delle spiagge libere dovesse risolversi nel più breve tempo possibile e quindi abbiamo dato il via, con una delibera di giunta approvata questo pomeriggio, al progetto della vigilanza sulle spiagge libere con gli steward – ha spiegato il primo cittadino -. Ovviamente parliamo di spazi – oltre 30 lungo la nostra riviera – che normalmente vengono fruiti senza prenotazione e senza problemi. Dopo l’emergenza sanitaria, che ci impone il distanziamento interpersonale, abbiamo cercato di strutturare il servizio con una vigilanza costante per garantire maggiore sicurezza a cittadini e turisti».

Il sindaco di Grottammare Enrico Piergallini in video conferenza

«Nelle spiagge libere ci saranno quindi gli steward di spiaggia e anche il servizio di salvataggio a mare – ha sottolineato Piergallini -. Partiremo il fine settimana del 6-7 giugno e, a partire da quello successivo, il servizio sarà presente tutti i giorni fino alla prima settimana di settembre. Gli steward si occuperanno di far osservare il rispetto del distanziamento tra le persone, provvederanno alla sanificazione delle docce, daranno informazioni sul corretto utilizzo della spiaggia e metteranno a disposizione uno strumento in polipropilene che disegna il perimetro a terra di modo che il bagnante può avere ben delineato il suo spazio».

«Abbiamo già provveduto, come amministrazione, alla quantificazione delle persone che possono esserci, contemporaneamente, nelle varie spiagge libere del comune e gli steward – due la mattina e due il pomeriggio per un totale di 16 persone impiegate durante la stagione e formate con corsi appositi – controlleranno anche questo – ha aggiunto il sindaco -. Crediamo sia una soluzione impegnativa ma necessaria in questa fase e le risorse, 28 mila euro, ci sono dato che molti eventi estivi purtroppo sono stati annullati».

Il comune di Grottammare ha anche finanziato un doppio progetto per la promozione turistica della città: un video con un volto riconoscibile e specifico e uno spot per sostenere le attività commerciali.

L’assessore alle attività produttive Lorenzo Rossi in video-conferenza

«L’estate di quest’anno sarà più povera di eventi e con i fondi risparmiati abbiamo investito nella realizzazione di video promozionali della nostra città coinvolgendo due professionisti del territorio come Rovero Impiglia e Giacomo Cagnetti – ha spiegato l’assessore alle attività produttive Lorenzo Rossi -. Nel primo video la voce della giornalista di Marco Polo Erika Mariniello guiderà lo spettatore nelle nostre bellezze mentre nel secondo video racconteremo la vocazione artigianale di Grottammare. L’intento è quello di dare una visione di sicurezza e di tranquillità della nostra città per far sì che la stagione turistica possa ripartire nel miglior modo possibile».