Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Calcio, Serie B: Sottil è il nuovo allenatore dell’Ascoli

La squadra bianconera già al terzo allenatore della stagione, dopo l'esonero di Delio Rossi. Domenica 27 nuovo impegno di campionato con la Spal. Indispensabile fare punti, servono grinta e determinazione

Andrea Sottil
Andrea Sottil

ASCOLI PICENO – E sono tre. Dopo Valerio Bertotto e Delio Rossi, arriva il terzo allenatore dell’Ascoli Calcio nella tormentata stagione di serie B 2020-2021. Si tratta di Andrea Sottil, 46 anni, ex calciatore. Lo ha annunciato oggi il Club bianconero.

L’esperienza di Sottil come responsabile tecnico di squadre professionistiche è limitata. E nella serie cadetta ha guidato solo il Pescara per un mese, nel luglio scorso, portandolo comunque alla salvezza. Il patron dell’Ascoli Massimo Pulcinelli ha fatto dunque la sua scelta, decidendo di interrompere rapidamente il rapporto con Delio Rossi, che in un mese ha ottenuto solo un punto in sei partite.

Il nuovo cambio di allenatore farà bene alla formazione ascolana ? Nessuno lo può sapere, ma è certo che i problemi dell’Ascoli 2021 sono superiori alle responsabilità di singoli tecnici o anche singoli giocatori. La rosa di questa stagione è stata creata dal nulla e molto in fretta a fine agosto, e soprattutto senza un’idea chiara di quello che si voleva costruire. Tanto che non sono bastati due mister diversi per età, esperienza e carattere a forgiare un gruppo stabile con un modulo di gioco ben definito.

Rossi ci era andato vicino nelle ultime gare, ma gli errori difensivi e le qualità modeste di molti componenti della compagine, che secondo molti osservatori e tifosi non sono all’altezza della categoria, hanno impedito che si concretizzassero dei risultati utili. Ora con Sottil si cambia ancora pagina, ma è evidente che all’Ascoli per risalire in classifica servono urgenti e importanti rinforzi.

Nel reparto difensivo prima di tutto, ma anche in quello offensivo, dove spesso solo al centravanti Baijc – oltre che all’estro di Sabiri – è data la responsabilità di finalizzare il gioco e magari ribaltare una prestazione deludente del gruppo. Ma questo avverrà solo dopo il mercato di riparazione di gennaio, e sempre se il nuovo direttore sportivo Ciro Polito, ingaggiato il 10 dicembre farà la scelte giuste d’accordo con Pulcinelli.

Intanto incombono due match molto impegnativi, con la Spal già domenica 27 dicembre al Del Duca, e mercoledì 30 dicembre con l’Empoli in trasferta. È indispensabile fare punti per evitare di allontanarsi ulteriormente dalla zona salvezza. E per ottenerli subito servono grinta e determinazione, prima che bel gioco o schemi tattici particolari. Altrimenti non si riuscirà a fermare la caduta e invertire la rotta.