Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Serie B: l’Ascoli ha perso la bussola, 0-2 anche con il Pisa

Disastro bianconero anche con il Pisa al Del Duca: i toscani siglano il doppio vantaggio nel primo tempo e poi controllano il match

Ascoli. – L’Ascoli non sa più vincere, e precipita in classifica. Anche questa sera un’altra sconfitta tra le mura amiche, nella 26esima giornata del campionato di serie B : è il terzo ko nelle ultime 4 gare. Stavolta a battere i bianconeri è stato il Pisa, che nel primo tempo ha regolato il match segnando due gol. Al 10′ i toscani erano già in vantaggio con la rete di Mastinu, che ha raccolto in area un passaggio del compagno Marin.

Lo stesso attaccante pisano provava a raddoppiare 7 minuti più tardi, dopo un errore di Brosco in difesa, ma senza successo per lui. L’Ascoli non trovava spazi per impensierire la retroguardia avversaria, e il solo Dionisi si rendeva pericoloso con un’azione in velocità. Al 37′ giungeva poi la seconda rete del Pisa, con Marconi che trafiggeva il portiere ascolano Leali con un colpo di testa.

Minima e inefficace la reazione dei bianconeri, prima con Dionisi e poi con Sabiri, rientrato oggi in squadra.

Nel secondo tempo mister Sottil provava a dare una scossa ai suoi, cambiando subito 3 dei suoi uomini e potenziando il reparto offensivo. Ma era il Pisa che in contropiede aveva le occasioni più importanti, prima con Marconi e poi con Siega (tiro deviato, di poco a lato). Il solo Saric, per l’Ascoli tentava di trovare la via del gol al 57′ ma non era fortunato, sfiorando il palo con un secco diagonale.

Il tecnico giocava poi le ultime carte, schierando anche Parigini per cercare di sfondare l’arcigna difesa neroazzurra. Ma tutto era inutile. E neppure una punizione di Sabiri nel finale riusciva a far riaprire il match. Vittoria del Pisa per 2-0 e bianconeri fermi al terzultimo posto in graduatoria, in zona retrocessione.

C’è da domandarsi cosa è accaduto nelle ultime due settimane ai ragazzi di Sottil. Perchè dopo la sfortunata partita con la Reggiana, condizionata dall’arbitro e che sembrava solo un incidente di percorso, il rendimento è drasticamente calato?

E perchè il mister non riesce più a motivare i suoi giocatori, oltre a sembrare troppo indeciso sulle scelte tecniche e tattiche da adottare, variando assetto e modulo ad ogni incontro? Una risposta dovrà essere data subito a sportivi e tifosi bianconeri, per non rischiare di compromettere una stagione che dopo l’arrivo del terzo allenatore sembrava ripresa.