Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Serie B, l’Ascoli pareggia con merito ad Empoli

I bianconeri di Sottil segnano subito con Baijc e poi restano in vantaggio fino al 27' della ripresa. Ma vengano raggiunti dagli azzurri empolesi che nel recupero sfiorano la vittoria

EMPOLI- L’Ascoli esce indenne dal Castellani di Empoli e conquista un altro punto nella lotta per la salvezza nel campionato di serie B. Ma la squadra di Sottil ha gettato al vento quella che poteva essere un’altra clamorosa vittoria, dopo quella di domenica scorsa con la Spal.

Contro gli azzurri toscani secondi in classifica, questa sera i bianconeri sono stati in vantaggio per 73 minuti della gara, grazie ad un gol di Baijc segnato già al secondo minuto di gioco su assist di Pierini. Poi lo stesso centravanti bosniaco all’inizio della ripresa ha avuto l’occasione per realizzare la seconda rete per l’Ascoli, ma se l’è divorata letteralmente, sparando alto sopra la traversa del portiere avversario.

Da lì l’inerzia del match è cambiata, permettendo all’Empoli di riprendere in mano una gara che i ragazzi di Sottil avevano controllato bene per tutto il primo tempo e molto oltre. Giocando meglio dei padroni di casa e fornendo poche chances per raggiungere il pareggio.

Due sole volte gli azzurri di Dionisi erano stati pericolosi nella prima frazione, con un colpo di testa parato dal portiere bianconero Leali e con un tiro di Mancuso. Ma i bianconeri avevano riposto con Baijc e azioni in contropiede di Sabiri, fermato anche fallosamente.

Nel secondo tempo i marchigiani si mangiavano subito il gol del possibile ko, e poi subivano il ritorno dell’Empoli, con Mancuso e soprattutto Haas di testa che si rendevano pericolosi per la porta ascolana. Al 23′ il tecnico Sottil, con l’Ascoli ancora in vantaggio per 1-0 faceva uscire il fantasista Sabiri per sostituirlo con Chiricò. E poco dopo, al 27′ i padroni di casa centravano il pareggio con un altro colpo di testa di Moreo, che deviava in rete una palla calciata dal corner.

Al 32′ Chiricò aveva comunque l’occasione per portare i bianconeri sul 2-1, ma dopo troppi ricami in area alla fine tirava centralmente. Seguivano puntate offensive dall’una e dall’altra parte, con Gerbo e Tupta che non finalizzavano però i contropiede ascolani.

Poi ancora Chiricò si trovava in area empolese e cadeva a terra dopo un pestone ricevuto dal difensore azzurro Parisi : inspiegabilmente l’arbitro pescarese Camplone ammoniva l’attaccante bianconero per simulazione. Ultimi minuti palpitanti, con l’Empoli che anche nel recupero non mollava, cercando di ribaltare il risultato. E quasi ci riusciva allo scadere con Bajrami, se la deviazione di Quaranta non avesse evitato la sconfitta immeritata all’Ascoli. Finale di match : Empoli-Ascoli 1-1. Nel dopogara Sottil ha detto : «I miei ragazzi avrebbero meritato i tre punti».