Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Serie B, l’Ascoli fa l’impresa anche a Ferrara: 2-1 alla Spal

Terza vittoria consecutiva in campionato per i bianconeri. Mossa vincente di Sottil che schiera entrambe le punte e porta scompiglio nella difesa estense. Salvezza più vicina

ASCOLI – Terza vittoria consecutiva per l’Ascoli nel campionato di serie B. Dopo i successi interni con Vicenza e Monza, la squadra di Sottil ha sbancato ieri sera anche il campo di Ferrara. Con una prova maestra e di grande personalità, i bianconeri hanno battuto la Spal per 2-1 recuperando lo svantaggio subito nel primo tempo al 26′, per opera di Valoti. Ma questo era accaduto quando Dionisi e compagni erano già stati protagonisti di un ottimo avvio di gara, con due tentativi di andare in rete di Sabiri e Bajic.

Era lo stesso fantasista tedesco di origine marocchina che poi portava l’Ascoli al pareggio al 42′: dribbling in area e tiro imparabile per il portiere estense Berisha. Nella ripresa un Picchio padrone del campo, segnava il gol del sorpasso già al 53′. Bella azione di Dionisi, palla a D’Orazio che poi crossava da sinistra: Baijc era ben piazzato in area e trafiggeva di testa Berisha. Per il bosniaco nona marcatura nel torneo cadetto.

Ma non finiva lì. Perchè Dionisi andava vicino al 3-1 per i bianconeri poco dopo, ma il suo delizioso pallonetto era sventato dal portiere ferrarese. La Spal reagiva e si rendeva pericolosa con Di Francesco e Segre, ma senza esito. Il solito svarione difensivo di Quaranta subentrato in difesa ad Avlotinis – uscito per infortunio – rischiava però di riportare la gara in parità. Ma Dickmann per la Spal non ne approfittava e sparava alto.

Poi l’Ascoli gestiva bene il resto del match, portando a casa un successo fondamentale nella corsa alla salvezza. I 3 punti conquistati a Ferrara portano lo score complessivo a 37, permettendo ai bianconeri di raggiungere il Pordenone – che deve giocare oggi – in zona salvezza. Vincente è risultata ieri sera la mossa di Sottil che ha schierato fin dall’inizio entrambe le punte ascolane, Dionisi e Baijc. Ma importante anche l’apporto in copertura di Avlotinis, oltre che le invenzioni di Sabiri e il lavoro a centrocampo di Saric.

«Ero convinto che i ragazzi avrebbero fatto una grande prestazione – ha detto il mister a fine gara – sapevamo di trovare difficoltà nell’affrontare un avversario forte, di grande qualità e spessore, con giocatori che hanno fatto la Serie A. In questi giorni ho visto i ragazzi crescere, ho visto una compattezza di gruppo straordinaria e stasera hanno giocato un grande calcio, con lucidità, ordine, qualità, meritando di portare a casa la vittoria. Tutti loro stanno facendo qualcosa di importante».

Dal canto suo il centravanti Federico Dionisi ha affermato: «Siamo contenti perchè abbiamo fatto quello che c’era da fare, siamo stati concreti sapendo che avremmo potuto soffrire . C’è stata grande reazione da parte nostra dopo il gol subito, abbiamo trovato il pareggio e poi il vantaggio, e poi abbiamo gestito molto bene la gara, rischiando poco, anche se forse potevamo colpire meglio in contropiede . Ora però dobbiamo pensare alla sfida con l’Empoli : abbiamo una salvezza da conquistare, e credo che ce la possiamo fare se manteniamo questa mentalità e questa voglia di combattere e vincere».