Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Calcio, l’Ascoli di Sottil torna al lavoro con una rosa di 27 giocatori

Raduno a Castel di Lama per test e visite mediche. A disposizione di Sottil i nuovi acquisti Castorani e Collocolo. Per sabato 17 luglio è fissato il trasferimento nel ritiro di Cascia

ASCOLI – È ripresa l’avventura dell’Ascoli calcio per il nuovo campionato di serie B, stagione 2021-2022. A Castel di Lama si sono ritrovati i 27 giocatori convocati da mister Sottil per i primi test e le visite mediche. Ad accoglierli, presso la Corte del Sole- struttura che da anni ospita i bianconeri, il direttore generale Piero Ducci e il direttore sportivo Fabio Lupo.

Nei prossimi giorni si aggregheranno al gruppo Avlonitis, Donis e Lico, mentre della rosa fa parte già il nuovo centrocampista Michele Collocolo, fresco di firma del contratto che per tre anni lo legherà all’Ascoli. Oggi in programma i test individuali presso il Centro Sportivo Picchio Village, a Marino del Tronto – periferia del capoluogo – mentre per sabato 17 luglio è fissato il trasferimento nel ritiro di Cascia (Perugia) dove nel pomeriggio è in programma il primo allenamento.

Ascoli calcio: per Sottil c’è grande entusiasmo nel gruppo

«Ci siamo riposati ed ora abbiamo un grandissimo entusiasmo – ha detto il tecnico Sottil, artefice della salvezza nell’ultima stagione di serie B – ed ora riprendiamo da dove ci eravamo lasciati. Io non vedo l’ora di ricominciare a lavorare sul campo. Con il Direttore Lupo – aggiunge- ci siamo subito messi al lavoro telefonicamente, anche in vacanza c’erano colloquio e sinergia continui».

In squadra Castorani e Collocolo

Quanto ai primi nuovi ingressi in squadra, il mister ha affermato: «Castorani è una mezzala di rifornimento, che ha realizzato 6 gol, e ha un ottimo profilo. Collocolo è un giocatore di volume, è un gran motore, sono contento che ci siano entrambi già dal ritiro».

Per Sabiri richieste ma non trattative calde

Dal canto suo il nuovo direttore sportivo Fabio Lupo ha spiegato che sul fantasista Sabiri «ci sono delle richieste ma non ci sono trattative calde ed il mercato è aperto fino al 31. È normale che un giocatore che ha fatto così bene possa destare interesse».