Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Baricco che racconta Chopin e 19 concerti con musicisti da tutto il mondo: ecco l’Ascolipicenofestival 2021

La rassegna ad Ascoli e Montemonaco da fine agosto al 28 settembre. In scena 57 artisti di livello internazionale e i giovani talenti del pianoforte

29/06/2018 61 Festival dei 2 Mondi di Spoleto. Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi, spettacolo Alessandro Baricco legge Novecento

ASCOLI PICENO – Ci sarà anche Alessandro Baricco all’edizione numero 25 dell’Ascoli Piceno Festival. Il noto scrittore, musicologo e affabulatore teatrale e televisivo racconterà i 24 Preludi di Chopin al pubblico, introducendo il concerto della pianista Gloria Campaner. Una vera chicca culturale per una manifestazione di notevole qualità artistica che si annuncia come la più importante di sempre.

Virtuosi del violino e del pianoforte e artisti del tango

Dal 29 agosto al 28 settembre 19 concerti e 57 musicisti all’opera, provenienti dall’Italia e molti dall’estero. Tra loro la violinista di origine algerina Gilles Apap, il re del tango mondiale Marcelo Nisinman, il grande virtuoso della viola Vladimir Mendelsshon, oltre a Daniel Rowland, Maja Bogdanovic e alla pianista Anna Fedorova.

I giovani pianisti a Montemonaco

Ma spazio sarà dato anche ad un evento speciale come «La musica del sisma» ( 7 settembre) – i suoni particolari prodotti dall’acqua – e prima del Festival ad una tappa di avvicinamento riservata ai giovani pianisti. Questi si esibiranno dal 23 al 25 luglio alla Cittadella di Montemonaco, sui Monti Sibillini, in una rassegna che è una novità assoluta e aumenta il valore aggiunto musicale della manifestazione.

Da sx l’assessore Ferretti, il sindaco Fioravanti, l’assessore Latini e la presidente dell’APF Antolini

Cresce il dossier per Ascoli Capitale della cultura 2024

L’Ascolipicenofestival (Apf), ospitato per la gran parte all’Auditorium Neroni della Fondazione Carisap, è stato presentato oggi in Comune, con l’intervento del presidente dell’Apf Emanuela Antolini, del sindaco Marco Fioravanti e dell’assessore alla cultura Donatella Ferretti, e dell’assessore regionale Giorgia Latini. Sia il primo cittadino che la Ferretti hanno evidenziato il valore della rassegna musicale, da sempre sostenuta dall’Amministrazione comunale, ricordando poi che essa è parte fondamentale del dossier che verrà presentato per candidare Ascoli a Capitale italiana della cultura 2024.

Musica senza confini per guardare al futuro

«Il titolo dell’edizione di quest’anno, 25 anni di Musica sconfinata – ha affermato l’assessore comunale alla cultura – rende bene l’idea della storia di questo Festival ma anche dell’obiettivo che si pone, quello di guardare oltre, sia in termini artistici che di superamento delle difficoltà vissute dalla società negli ultimi tempi. Eppoi c’è un programma così nutrito e variegato che arricchirà di certo l’offerta culturale e turistica della città.»

L’assessore regionale Giorgia Latini, dal canto suo ha detto che «la Regione non può che dare supporto a manifestazioni come l’APF, soprattutto dopo un periodo negativo che ha visto una forte sofferenza del mondo dello spettacolo e dell’arte.»

Da ricordare anche la maratona pianistica per giovani talenti, che si terrà al Chiostro di San Francesco, nel cuore del centro storico di Ascoli.