Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Ascoli, slittano a giugno i lavori per la riqualificazione di corso Trento e Trieste. Il Comune pubblicherà un nuovo bando

L'obiettivo è conciliare anche gli altri cantieri allestiti dagli edifici privati per l'ecobonus o la ricostruzione post sisma

ASCOLI – Slittano alla prossima estate, probabilmente a giugno, i lavori per la riqualificazione di corso Trento e Trieste, una tra le vie più caratteristiche del centro storico ascolano. La decisione è stata assunta dall’amministrazione comunale a causa della sopravvenuta apertura di nuovi cantieri privati per la ristrutturazione relativa all’ecobonus e per la messa in sicurezza a seguito del terremoto.

I tempi

Il Comune, dunque, ha ritenuto opportuno annullare il bando precedente, in merito al quale erano arrivate addirittura 280 domande, lo scorso 18 febbraio, per procedere alla pubblicazione di un nuovo bando che prevede anche una proposta logistica delle imprese per conciliare i vari lavori in programma proprio su corso Trento e Trieste. L’obiettivo, come detto, è avviare i lavori entro il mese di giugno e tale intervento di riqualificazione prevede un investimento pari a circa due milioni e mezzo di euro. I lavori si protrarranno per circa un anno. Se non ci saranno ritardi, allora, il nuovo corso sarà pronto entro l’estate del 2023.

L’intervento

L’intervento sarò contraddistinto dal rifacimento della pavimentazione con lastre di basalto lavico dell’Etna, di colore grigio, dall’abbattimento delle barriere architettoniche, la realizzazione di una nuova illuminazione in stile vintage, il restyling del piazzale antistante la chiesa di Santa Maria Intervineas e la realizzazione di una gradinata, stile anfiteatro, in piazza Simonetti, proprio di fronte al palazzo della prefettura.

Il sopralluogo

Da parte del sindaco Marco Fioravanti e dell’assessore ai lavori pubblici Marco Cardinelli, dunque, c’è tutta l’intenzione di fare in modo che si possa conciliare la presenza dei vari cantieri, compresi appunto quelli che riguardano gli edifici privati che insistono lungo la via. Nei prossimi giorni, il sindaco e l’assessore effettueranno un ulteriore sopralluogo in corso Trento e Trieste per capire quali sono le eventuali altre esigenze dei residenti della zona.