Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Ascoli, al via il rilancio del comprensorio del Lago di Gerosa: parco, osservatorio e moli per idrovolanti

Accordo di programma da 1 milione per 4 Comuni, 2 Unioni montane. Camera di commercio e Bim Tronto. Sotto la regia del Consorzio di Bonifica Marche

ASCOLI – Far diventare il lago di Gerosa un polo attrattivo per lo sviluppo turistico della montagna picena. E’ questo l’obiettivo dei promotori dell’Accordo di programma che è stato presentato oggi 22 luglio ad Ascoli, presso la sede dell’Unione Montana del Tronto e Valfluvione. Sottoscrittori il Consorzio di Bonifica Marche – ente concessionario dell’area – la Camera di commercio, il Bim Tronto, i comuni di Comunanza, Montegallo, Montemonaco, Montefortino e le Unioni montane dei Sibillini e del Tronto.

Le opere previste da realizzare in due anni

Nel concreto e con fondi messi a bando dalla Regione, verranno realizzati un Parco avventura per bambini, due pontili per l’attracco di idrovolanti nel bacino artificiale, un molo per canoe e kayak, una struttura polivalente di servizio, un osservatorio astronomico, oltre a sentieri di collegamento tra il lago e i comuni interessati. In totale un milione di euro di investimenti finalizzati alla valorizzazione di un comprensorio molto spettacolare e apprezzato dai turisti ma sempre rimasto al margine dei programmi di sviluppo.

Il bacino artificiale come motore dello sviluppo turistico montano

«Contiamo di realizzare queste opere entro il prossimo anno – ha detto Michele Maiani, presidente del Consorzio di Bonifica Marche – ma esse dovranno essere un polo attrattore di attività e progetti per il rilancio futuro del territorio montano, non la soluzione dei problemi attuali. Cercando anche di avviare un percorso sostenibile da un punto di vista economico, con la collaborazione di tutti i Comuni e gli enti coinvolti».

Lago di Gerosa

Esaurite le risorse a bando per le imprese ricettive

E sia i Comuni che soprattutto i privati si stanno muovendo in questa direzione, considerando che il bando regionale per la riqualificazione delle imprese ricettive dell’area del Lago di Gerosa, che ha stanziato 600 mila euro, è andato esaurito. Lo ha ricordato Giuseppe Amici, sindaco di Palmiano e presidente dell’Unione Montana del Tronto : « Un risultato molto positivo, tanto che crediamo la Regione debba rifinanziare l’iniziativa per favorire un programma di crescita delle attività locali. »

Quanto ai progetto per la valorizzazione del comprensorio lacustre, Amici ha affermato che «non è stato semplice mettere insieme tutti i 17 Comuni che fanno parte della nostra Unione, ma lo scopo è stato raggiunto. E ciò anche grazie alla consulenza di esperti del Trentino che ci hanno aiutato a mettere a punto i progetti».

Primo passo importante per il comprensorio dei Monti Sibillini

Dal canto loro i sindaci di Comunanza, Alvaro Cesaroni e Montefortino, Domenico Ciaffaroni hanno parlato di «traguardo molto importante per il territorio, che dimostra come solo se si collabora si possono raggiungere obiettivi rilevanti per fare uscire le aree interne dal declino», mentre il sindaco di Montegallo, Sergio Fabiani (attuale Presidente della provincia di Ascoli) ha affermato trattarsi di una vera svolta per il comprensorio.

Vedremo se nei prossimi anni ai buoni propositi seguiranno dei fatti concreti, considerando le difficoltà del presente e le tare storiche da superare sul territorio. A cominciare da un atteggiamento provincialistico nei confronti di turisti italiani e stranieri, che non ha aiutato nel passato. E questo lo ha sottolineato il presidente del Consorzio di Bonifica Marche, spronando tutti a mettersi al lavoro e a guardare avanti con fiducia e con metodi nuovi.