Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Ascoli Piceno, la Polizia recupera gasolio rubato e lo dona alla Croce Rossa

Il combustibile era stato recuperato circa un mese fa, nel corso di un’operazione di polizia condotta dalla Squadra Mobile. Il nulla osta da parte della Procura della Repubblica

La consegna del gasolio alla Croce Rossa di Ascoli Piceno

ASCOLI PICENO – La Questura di Ascoli Piceno ha donato alla Croce Rossa provinciale 120 litri di gasolio. Il combistibile era stato recuperato, circa un mese fa, nel corso di un’operazione di polizia condotta dalla Squadra Mobile, e conclusasi anche con il sequestro di sessantasei piantine di marijuana e di altro materiale usato per coltivare e smerciare droga.


La consegna del carburante è avvenuta questa mattina, lunedì 10 agosto, nel cortile della Questura, dove gli investigatori si sono incontrati con un team di soccorritori della locale Croce Rossa che, poi, hanno caricato sui loro mezzi le taniche con il gasolio. Quel combustibile era corpo di reato e, pertanto, andava distrutto ma i poliziotti, sapendo che sarebbe stato utile a chi presta ogni giorno soccorso agli ammalati, hanno contattato la Procura della Repubblica ascolana, sempre sensibile in casi del genere, per poter dar luogo alla donazione. Il nulla osta è subito arrivato e, a quel punto, il cerchio si è chiuso.

«Un gesto di assoluta vicinanza quello della Polizia di Stato alla nostra associazione. Un gesto volontario per il bene di tutti. Il mio ringraziamento va al Questore Pomponio e alle donne e agli uomini della Squadra Mobile per la sensibilità dimostrata. Ancora una volta, il lavoro di squadra e di rete  è quello vincente», ha detto in una nota Cristiana Biancucci, presidente del Comitato della C.R.I. di Ascoli Piceno. Che poi ha aggiunto: «La Croce Rossa è sempre  vicina alle istituzioni e agli enti locali, in ossequio al principio di ausiliarietà che è riconosciuto alla nostra realtà associativa».