Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Al via l’Ascoli Piceno Festival per un settembre ricco di artisti internazionali

La rassegna partirà domenica 29 agosto per svilupparsi in 16 concerti ed una maratona pianistica fino al 29 settembre. Grande attesa per il concerto della Campaner, introdotta da Baricco

ASCOLI – Sedici concerti con esecutori di fama internazionale, dal 29 agosto al 29 settembre. Oltre ad una maratona di giovani pianisti che si terrà il 4 settembre all’aperto presso il magnifico Chiostro di San Francesco. Questi i numeri della 25esima edizione dell’Ascoli Piceno Festival, rassegna che verrà ospitata all’Auditorium Neroni della Fondazione Carisap. E che è dedicata al violinista Vladimir Mendelsshohn, grande amico di Ascoli ed una delle colonne della manifestazione, improvvisamente morto in Olanda.

Il primo appuntamento in cartellone sarà domenica prossima con l’evento dal titolo «Da un cammino nascosto»: un concerto particolare che evoca atmosfere lontane anche con strumenti della nostra tradizione contadina. Il trio che si esibirà per l’occasione è composto da Paolo Rossetti Murittu (percussioni e voce), Simone Colavecchi (liuto e tiorba) e Valeria Villeggia (arpa e voce). Se il concerto avrà inizio alle 18, due ore prima, alle 16, la novità di quest’anno, prevede che i possessori del biglietto possono partecipare ad una passeggiata gratuita condotta dalle guide di «Le Marche Experience» alla scoperta di alcuni punti panoramici della città con racconti storici e architettonici.

Alessandro Baricco

I Preludi di Chopin introdotti da Baricco

Ma sarà domenica 5 settembre forse l’evento più atteso del festival 2021. «Visioni», in programma alle 18, vedrà all’opera sul palco la raffinata pianista Gloria Campaner, che eseguirà i 24 Preludi di Chopin. Ma per rendere ancora più esclusivo e interessante l’appuntamento, sarà lo scrittore Alessandro Baricco a introdurre il concerto, con la sua ben nota ed unica sapienza affabulatoria.

Un evento nell’evento che infatti ha fatto da tempo partire la caccia al biglietto per trovare un posto all’Auditorium Neroni. Anche se l’evento è riservato esclusivamente ai soci di Ascoli Piceno Festival. «Non è per mancanza di rispetto verso il pubblico in generale. Ma a causa dell’emergenza Covid, la capienza dell’auditorium – spiega Emanuela Antolini, presidente dell’associazione che promuove la rassegna – è fortemente limitata e ci è sembrato quasi doveroso mettere i pochissimi posti a disposizione di chi negli anni ci ha aiutato e ha avuto fiducia in noi. Speriamo di poter presto tornare alla normalità».

Il violinista Gilles Apap

Grandi artisti per tutto il mese di settembre

In cartellone per l’edizione 2021, ci saranno poi altri grandi nomi della musica nazionale ed internazionale, come il violinista di origine algerina Gilles Apap applaudito in tutto il mondo per le sue virtuosistiche e originali interpretazioni e improvvisazioni tra classica, country, musica gitana e jazz. Nessuno come lui sa comunicare la gioia di fare musica. Apap si esibirà insieme a Roberto Prosseda, tra i più apprezzati pianisti italiani e instancabile divulgatore.

Tornerà inoltre ad Ascoli, tra gli altri, il re del tango mondiale Marcelo Nisinman (bandoneon) con Alberto Mesirca (chitarre) e Winfried Holzenkamp (contrabbasso e ukukele). E per la prima volta saranno nel capoluogo piceno per il festival artisti come Daniel Rowland (violino), Maja Bogdanovich (violoncello) e Anna Fedorova (pianoforte).