Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Ascoli, nuovo corso di laurea in Fisioterapia. E si progetta il ritorno di Agraria

Collaborazione stretta tra Unicam, Politecnica Marche, Regione, Comune e Provincia per il potenziamento dell'alta formazione e dei corsi di laurea nel Piceno. Obiettivi: rispondere alle necessità delle aziende e creare lavoro

Da sinistra, Gregori, Fioravanti, Latini, Fabiani, Pettinari e Bonfigli

ASCOLI – Un corso di laurea in Fisioterapia e il progetto di far tornare ad Ascoli un corso triennale in agricoltura innovativa, da ospitare vicino allo storico e prestigioso Istituto agrario «Celso Ulpiani». Sono le due importanti novità annunciate oggi (lunedì 14 dicembre) in conferenza stampa dal rettore dell’Università Politecnica delle Marche, Gianluca Gregori.

Presenti all’incontro presso la sede municipale il sindaco del capoluogo piceno, Marco Fioravanti, l’assessore regionale alla Cultura Giorgia Latini, il Rettore di Unicam, Claudio Pettinari, il presidente del Consorzio Universitario Piceno Achille Bonfigli e il presidente della Provincia di Ascoli, Sergio Fabiani.

Tutti gli intervenuti hanno ricordato l’avvio ad inizio novembre del dottorato di ricerca in «Materiali compositi», reso possibile grazie alla collaborazione di tutti gli enti e al supporto dell’Hp Composites di Ascoli. Un importante programma di alta formazione che, nonostante le limitazioni covid dovrebbe essere solo l’inizio di un nuovo percorso territoriale per alzare il livello delle competenze tecniche e specialistiche necessarie alle aziende locali per costruire un futuro nuovo per il comprensorio ascolano.

«Questo corso è un modello ben riuscito che risponde alle necessità di alta qualificazione della realtà economica dell’Ascolano – ha spiegato l’assessore Latini – e che deve essere replicato anche in altre zone delle Marche».

Il tavolo dei relatori alla conferenza stampa

Dal canto suo il rettore di Unicam, Claudio Pettinari ha sottolineato un elemento molto concreto: «L’obiettivo di questo progetto come di quelli futuri, deve essere quello di creare lavoro e sviluppo nel territorio. E per questo mi auguro anche che il Comune di Ascoli dia risposte in termini di servizi e alloggi fondamentali per le attività».

Poi il rettore della Politecnica ha fatto gli annunci più rilevanti, che riguardano la formazione nella Sanità e l’Agraria : «Il corso di laurea in Fisioterapia era già stato finanziato dalla Regione Marche – ha ricordato Gregori – e credo che partirà entro l’ottobre del prossimo anno. La sede probabile sarà quella dell’ospedale di Ascoli, dove già si tengono i corsi di infermieristica».

Quanto al progetto triennale di Agraria, devono essere svolti tutti i passaggi necessari all’avvio dell’iniziativa, ma c’è già la disponibilità della Provincia di Ascoli a collocare le lezioni – covid permettendo – in uno palazzina di 3 piani vicino all’Istituto Agrario Ulpiani, già attrezzato con laboratori e tra i più antichi e prestigiosi d’Italia.

Il sindaco del capoluogo Marco Fioravanti si è impegnato con gli altri interlocutori a migliorare i servizi e gli spazi per gli studenti nella città, a cominciare dall’adeguamento dell’edificio Unicam presso il Lungo Castellano, dove sono stati investiti 500mila euro.

«Nonostante le tre sciagure che hanno colpito il Piceno negli ultimi anni – ha concluso il presidente del Cup, Achille Bonfigli – dalla crisi industriale, al terremoto ed ora al virus, dobbiamo continuare nel nostro lavoro di potenziamento culturale e formativo del sistema locale, perchè è l’unica via d’uscita da questa situazione difficile».