Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

“Ascoli: la città della carta e dell’acqua”, un itinerario cittadino tra cartiera e biblioteca

Tante le persone, di ogni età, provenienti da Marche ed Abruzzo, che hanno voluto conoscere meglio alcune caratteristiche della città delle cento torri

Un momento dell'incontro

ASCOLI -«È stato davvero un interessante itinerario cittadino quello attraversato dalle persone che hanno partecipato al tour culturale “Ascoli: la città della carta e dell’acqua”». Queste le parole degli organizzatori dell’iniziativa promossa dal Circolo Acli Oscar Romero Aps Asd con il contributo e il patrocinio del consiglio regionale – Assemblea legislativa delle Marche, in collaborazione con U.S. Acli Marche Aps.

Sono stati tanti i cittadini, di ogni età, provenienti da Marche ed Abruzzo, che hanno voluto conoscere meglio alcune caratteristiche della città delle cento torri.

Presente all’iniziativa il presidente della III Commissione consiliare del territorio, ambiente e paesaggio della Regione Andrea Antonini che ha voluto ricordare il contenuto della Legge Regionale, 4/2021 che ha riconosciuto Ascoli come città della carta, Legge di cui è stato cofirmatario.

L’itinerario predisposto dalla guida turistica abilitata Valentina Carradori ha visto come punto di partenza la Cartiera Papale e come punto di arrivo la biblioteca comunale, dove grazie collaborazione ed alla disponibilità del direttore Roberto Palumbo e della responsabile dell’Archivio iconografico Luisa Turla è stato possibile ammirare gli statuti comunali stampati nel 1496 (un vero e proprio primato rispetto ad altre città della nostra regione) ed alcune stampe de L’Acerba di Cecco d’Ascoli del 1500 circa.

È stata raccontata la storia della città, narrati l’utilizzo di macine per varie produzioni e la fluitazione, evidenziati i resti dell’antica Porta Cartara, evidenziate le tracce ancora presenti nel cortile del palazzo comunale della fontana del Re, prima fontana pubblica dentro le mura.

Il tour culturale ha toccato anche il lavatoio di Porta Cappuccina, si è parlato della tintura dei tessuti e del mestiere delle lavandaie.

La manifestazione “Ascoli: la città della carta e dell’acqua” rientra in una iniziativa regionale che tocca i temi della carta e dell’acqua, ma anche della storia, della cultura e delle attività produttive marchigiane, composto da una serie di eventi che saranno realizzati per tutto l’arco dell’anno 2022.