Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Ascoli, cenavano in quattro in un bar: multati dalla Polizia

Sanzionato un gruppo di avventori in un locale di Porta Maggiore. Ma anche tre ragazzi in libera uscita notturna a San Benedetto

Ascoli.- Fioccano le multe ad Ascoli e San Benedetto per inosservanza delle norme anticovid. Due episodi avvenuti nelle serate del 25 e del 26 novembre hanno fatto scattare sanzioni per un gruppo di persone in un bar del capoluogo e per tre ragazzi della costa.

Nel primo caso, su segnalazione di qualche cittadino o persona del quartiere di Porta Maggiore, una volante della Polizia è intervenuta giovedi 26 novembre, ad Ascoli presso un bar che sembrava fosse chiuso come da disposizioni del Dpcm del 25 ottobre scorso. Gli agenti avvicinandosi al locale in effetti scoprivano che all’interno c’erano due persone che parlavano tra di loro. Attirati da questi, entravano nel bar per un controllo più accurato. Da qui la scoperta che in una stanza interna adibita a sala giochi, quattro avventori erano intenti a consumare cibo e bevande attorno ad un tavolo. E così le multe per tutti i presenti, accusati di inosservanza delle norme anticovid. Chissà chi sarà stato ad avvisare il 113 della Polizia per questa maldestra e pericolosa azione illegale…?

La seconda vicenda riguarda quattro giovani di San Benedetto. Nella serata del 25 novembre sono stati tutti beccati a parlare tra loro all’aperto, in via Ugo Bassi e questo dopo le 22 (ora dalla quale scatta il divieto di spostamento se non in casi di necessità). Identificati dalle forze dell’ordine, solo uno di loro aveva con sé l’autocertificazione che dimostrava che era fuori perché dove andare al porto per motivi di lavoro. E così, per fortuna sua si è salvato. Gli altri invece non hanno addotto giustificazioni reali, e quindi sono stati sanzionati secondo quanto previsto dalle norme.

Attenti dunque a rispettare le regole in questa fase di nuova emergenza, anche se può sembrare che il miglioramento dei dati sui contagi e sulla diffusione del virus, anche nelle Marche possa consentire una maggiore libertà di comportamento.

Purtroppo occorrerà aspettare almeno il 4 dicembre per vedere, forse un allentamento delle limitazioni e restrizioni a cittadini e imprese. E questo solo se la nostra regione tornerà ad essere inserita nella zona gialla, così come auspicato da molte imprese e residenti come dallo stesso Governatore Francesco Acquaroli.