Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Ascoli, un campus estivo ad agosto per favorire l’integrazione sociale dei ragazzi disabili

Il progetto è stato presentato oggi dall'assessore Massimiliano Brugni e dal presidente della Bottega del Terzo Settore, Roberto Paoletti. Sarà attuato all'Aula Verde di Castel Trosino

L'assessore ai servizi sociali Massimiliano Bruni con Roberto Paoletti, presidente della Bottega del Terzo Settore

Ascoli. Una Summer school per tutto il mese di agosto, a favore dei ragazzi disabili ma aperta anche a tutti i giovani interessati a vivere una estate diversa, a contatto con la natura. È l’iniziativa messa in campo dal Comune di Ascoli insieme alla Bottega del Terzo Settore, e che ospiterà ogni settimana fino a 20 persone – di età massima 30 anni, presso la bella struttura dell’Aula Verde di Castel Trosino, sulle colline del capoluogo. Obiettivo è quello di fare un servizio molto utile anche alle famiglie dei disabili della città, ma anche e soprattutto fare una vera operazione di inclusività e integrazione sociale.

Una risposta alle esigenze delle famiglie locali

«L’Amministrazione comunale con questo progetto – ha detto l’assessore ai servizi sociali Massimiliano Bruni, in conferenza stampa- vuole rispondere alle esigenze dei suoi residenti che hanno maggiori difficoltà anche nel mese di agosto, facendo crescere ancora i servizi alla disabilità già attivati sul territorio durante tutto l’anno. Con la collaborazione della Start riusciremo a svolgere anche il trasporto diretto degli iscritti da Ascoli verso l’Aula Verde, risolvendo anche altre problematiche».

Aula Verde Castel Trosino, foto fb

Il progetto si svilupperà su un arco di 5 settimane, a partire dal 2 agosto, con attività previste tutti i giorni dal lunedi al venerdi. Nel merito saranno diversi i programmi che esperti e volontari attueranno a beneficio dei ragazzi, disabili e non che frequenteranno il Centro estivo in questione.

Attività creative ed artistiche per tutto il mese di Agosto

«Si tratterà in prevalenza di attività creative ed artistiche – ha sottolineato Roberto Paoletti, presidente della Bottega del Terzo Settore – dalla musicoterapia alla videoart, dai laboratori teatrali ai giochi che aiuteranno i presenti a sviluppare le loro peculiarità, oltre che a crescere insieme ad altri e favorire la loro integrazione sociale e comunitaria. Ricordo poi – ha aggiunto Paoletti – che le prime 4 settimane saranno dedicate ai ragazzi più grandi, dai 18 ai 30 anni, mentre l’ultima ai più piccoli».

A settembre un Forum sui servizi sociali

Il campus a Castel Trosino sarà comunque solo uno dei 20 centri estivi che il Comune, su richiesta delle associazioni locali, ha messo in campo in questo periodo per rispondere alle richieste della popolazione cittadina. L’assessore Brugni, ha annunciato inoltre che il 3 e 4 settembre ad Ascoli si terrà un importante Forum sui servizi sociali, organizzato insieme ad Anci ed Ifel con la partecipazione di esperti e noti relatori. Al centro della discussione anche le strategie per intercettare i fondi per il settore che arriveranno dal Piano nazionale di resilienza e ripresa.