Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

L’Ascoli cade contro il Benevento: svanisce subito il sogno promozione. Lapadula punisce il Picchio al primo turno dei playoff di Serie B

Per i bianconeri una prestazione altalenante contro una tra le formazioni più attrezzate della categoria. Nel finale espulso Dionisi

Delusione a fine partita

ASCOLI – Il sogno è già svanito. L’Ascoli perde il turno preliminare dei playoff, al Del Duca, contro il Benevento. Finisce 0-1, davanti a undicimila spettatori. Decide il gol di Lapadula, nel primo tempo, con i bianconeri che dunque salutano subito gli spareggi per la promozione in Serie A e vanno in vacanza, in attesa della prossima stagione in vista della quale si riparte già da una base assolutamente solida.

La partita

Sottil conferma il 4-3-1-2 ma perde Buchel per un attacco febbrile. In porta Leali, difesa composta da Baschirotto, Botteghin, Bellusci e Falasco. A centrocampo Collocolo, Caligara e Saric con Maistro sulla trequarti a supporto di capitan Dionisi e Tsadjout. L’Ascoli parte bene: al 3′ Dionisi entra in area e calcia con il destro, bella parata di Paleari. Subito dopo Maistro si distende bene sulla corsia mancina, dribbling e conclusione interessante deviata in corner dal portiere ospite. Al 24′ ancora Maistro: tiro insidioso dalla corsia di sinistra che Paleari spinge in calcio d’angolo in tuffo. Al 38′, alla prima occasione, il Benevento passa in vantaggio con un colpo di testa sottomisura di Lapadula su perfetto cross dalla fascia sinistra di Masciangelo. Nella ripresa, il Benevento spezza continuamente il gioco ma contiene senza troppi patemi gli attacchi bianconeri. Sottil, dopo una ventina di minuti, butta nella mischia Bidaoui per Collocolo, ma non è serata neanche per l’attaccante, che comunque al 25’ calcia da buona posizione ma il portiere blocca. Al 40’ occasionissima per Dionisi, che di testa impegna Paleari nella paratona in corner. Nel recupero, tiro cross insidioso di Saric dalla sinistra, Paleari in tuffo non si fa sorprendere sul primo palo. Negli ultimi istanti espulso Dionisi per un colpo proibito e con l’ausilio del Var. Finisce 1-0 per gli ospiti, con l’Ascoli che deve già proiettarsi alla prossima stagione.

Le interviste

«Sono molto dispiaciuto, se c’era una squadra che doveva passare il turno era la nostra – commenta mister Andrea Sottil al termine del match -. Nel primo tempo abbiamo creato tantissimo, abbiamo giocato in modo straordinario, loro hanno segnato alla prima occasione. Nella ripresa poi la gara ha preso una certa piega con tante interruzioni e perdite di tempo. Uscire dai playoff così fa male, molto male, dispiace per i tifosi, i ragazzi e per la società. Di fronte avevamo una squadra di valore e molto esperta che ha fatto tanta ostruzione. Nella ripresa forse ci è mancata un po’ di lucidità, ma non ho nulla da recriminare alla squadra». Così, invece, il ds Marco Valentini: «La serata è amara per noi e la città, però dobbiamo ripartire e fare un enorme applauso a questi ragazzi che hanno fatto un campionato straordinario. Hanno dato tutto, stasera compreso. C’è rammarico proprio per questo. La partita era iniziata nel modo giusto. Approccio giusto e controllo. L’avevamo interpretata bene, poi l’hanno controllata loro e abbiamo fatto l’errore di andare dietro a loro. Non siamo poi riusciti a esprimerci come avevamo fatto nell’ultimo periodo».